ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

I 15 musei che ogni architetto dovrebbe vedere almeno una volta nella vita

Le 15 architetture più suggestive firmate da archistar per musei aperti al pubblico

15-musei-piu-belli-del-mondo
Getty Images

Ci sono musei da visitare per le collezioni che espongono o per le mostre d'arte che ospitano, e ci sono musei da vedere per la loro architettura. Firmati da archistar e da studi guidati da menti creative e geniali, negli ultimi anni sono stati progettati e costruiti tanti nuovi apparati museali con edifici dalle forme audaci, sperimentali e innovative. Enormi spirali di vetro avvitate su se stesse, pareti di cemento che sembrano fluttuare nell'aria, giochi di luce e rimandi prospettici, volumi che sfidano le leggi di gravità: gli architetti si sono sbizzarriti e nel mondo ci sono ora tanti musei che meritano di essere visitati almeno una volta, per ammirare l'ardita architettura dei loro edifici. Ecco i 15 musei più belli del mondo, spaziando dall'Italia alla Korea, passando per il Brasile e la Cina.

A Roma uno degli ultimi edifici costruiti è il MAXXI, progettato dall'architetto anglo-irachena Zaha Hadid. Costruito nel quartiere Flaminio, è un capolavoro in cemento armato e vetrate, caratterizzato da pareti curvilinee e grandi ambienti, che offrono al visitatore sempre nuovi percorsi per scoprirne la varierà architettonica. Lo studio austriaco Coop Himmelb(l)au ha invece progettato due musei molto suggestivi e scenografici. Il Museum of Contemporary Art & Planning Exhibition (MOCAPE) si trova a Shenzhen, Cina, ed è una struttura monolitica trasparente con soffitti alti fino a 17 metri e passerelle sospese. A Lione invece si trova il Musée des Confluences: un grande edificio quasi zoomorfo in cemento armato con due elementi fuori terra in vetro e acciaio.

Porta la firma di Ron Arad il primo museo in Israele dedicato al design: il Design Museum Holon. La sua forma ondulata e quel colore arancio, rosso e ocra per la facciata l'hanno reso il monumento di maggiore attrazione della città di Holon. Altri due musei, in località diverse ma entrambi progettati da Frank O. Gehry: sono il Vitra Design Museum a Weil am Rhein, in Germania, e il Guggenheim di Bilbao. Mete indiscusse per tutti gli amanti dell'architettura, sono considerati le opere che meglio rappresentano la creatività dell'architetto canadese.

LEGGI ANCHE: → Come il Guggenheim ha cambiato per sempre il modo di progettare i musei

Tutte le foto: Getty Images. Qui sopra: il Design Museum Holon a Holon, Israele

In Brasile sono due i capolavori di architettura da non perdere, entrambi nati dalla mente geniale di Oscar Niemeyer. Il MAC, o Museo d'Arte Contemporanea, di Niterói è un edificio sormontato da una cupola di 50 metri di diametro che sembra un disco volante, ed è a picco sul mare, di fronte a Rio de Janeiro. Il MON della città di Curitiba invece è il museo più grande dell'America Latina e il suo simbolo è la "torre do Olho", una costruzione sopraelevata che sembra un grande occhio. Con un approccio meno scenico, ma sempre di grande spessore progettuale, l'architetto inglese John Pawson ha firmato la nuova sede del London Design Museum di Londra, rivisitando con la sua cifra minimalista l'edificio costruito nel 1962.

Qui sopra: il MAC, o Museo d'Arte Contemporanea, a Niterói, Brasile

Si trova in Austria, a Graz, il museo con il soprannome più divertente: "Friendly alien". È il Kunsthaus, progettato da Peter Cook e Colin Fournier: forma a bolla, coperto da una pelle di plexiglas, e di sera si illumina trasmettendo segnali luminosi. Il museo che sembra davvero uscire da un film di fantascienza si trova nella Corea del Sud. Si chiama Dongdaemun Design Plaza, progettato da Zaha Hadid e Samoo a Seoul, e quando è illuminato di notte sembra un'astronave spaziale con diverse piattaforme e passerelle luminose.

Qui sopra: il museo Kunsthaus di Graz, Austria

Sempre in Estremo Oriente, merita una visita The Hanoi Museum degli architetti Meinhard von Gerkan e Nikolaus Goetze. Situato nella capitale del Vietnam, da fuori sembra una piramide rovesciata, mentre all'interno i piani a spirale ricordano un po' il Guggenheim di New York. Interessante anteprima a Hong Kong: si può visitare il M+Pavilion, la prima parte già conclusa del museo M+ progettato da Herzog & de Meuron e la cui conclusione dei lavori è prevista per il 2019.

Infine, come ultimi due musei da non perdere se amate l'architettura, uno è sicuramente il Royal Ontario Museum (ROM) di Toronto. Ristrutturato nel 2007 su progetto di Daniel Libeskind, in collaborazione con lo studio Bregman + Hamann Architects, è un capolavoro di architettura decostruttivista in vetro e alluminio, con la forma di un diamante grezzo incastonato tra vecchi edifici. L'ultimo, anche perché si può visitare dall'11 novembre, è il Louvre Abu Dhabi. Dopo 10 anni di attesa è finalmente accessibile quest'opera firmata da Jean Nouvel, con cupola a nido d'ape e giochi d'acqua, incanalata dal Golfo Persico dentro le sale del museo. 

Qui sopra: il Royal Ontario Museum (ROM) di Toronto, Canada

LEGGI ANCHE: → Louvre Abu Dhabi, la città museo sotto una cupola di stelle


di Maria Chiara Antonini / 12 Novembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Un hotel da veri bohémien

Arte, design, food e shopping all'Hotel Pilar in Leopold de Waelplaats

Hotel

[Architettura]

Design e nobiltà

Locanda La Raia: la ricostruzione di un luogo tra Gavi e Novi Ligure

restyling

[Architettura]

Into the wild

Il rifugio mobile per avventurieri testato nella natura islandese

progetti

[Architettura]

La foresta sotto vetro

In Oman nasce il giardino botanico del futuro firmato Arup

progetti

[Architettura]

La nuova sede Nike a New York

A New York batte un cuore Nike al 55 di Avenue of the Americas

Uffici di design

[Architettura]

Arte antica, nuovo museo

In Cina un nuovo museo dedicato alla porcellana come storia d'amore

Travel

[Architettura]

Social housing in classe A+

Cascina merlata, il nuovo smart district milanese è green e all'avanguardia

Architettura contemporanea

[Architettura]

L’altra Londra

Le stazioni della metropolitana, piccoli tesori di celebri architetti

Travel

[Architettura]

Un nuovo villaggio in Cina

MAD firma 10 edifici residenziali avveniristici in un sito UNESCO

Architettura contemporanea

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web