ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

A Eduardo Souto de Moura il Pritzker Prize

E’ il secondo architetto portoghese a riceverlo

A Eduardo Souto de Moura il Pritzker Prize

Eduardo Souto de Moura, l’architetto portoghese i cui progetti combinano il minimalismo astratto di Mies van der Rohe con l’uso di materiali e tecniche di costruzione locali, è il vincitore del Pritzker Prize 2011. Originario di Porto, è il secondo progettista portoghese a ricevere il premio più ambito in architettura, dopo che Alvaro Siza, suo mentore, lo vinse nel 1992: ha studiato scultura prima di passare all’architettura e ha collaborato con Siza tra il 1975 e il 1979. La scelta è caduta su un candidato molto rispettato nell’ambiente ma non molto conosciuto al di fuori del suo paese. Inoltre le sue realizzazioni si scostano da quelli dei nomi selezionati negli anni precedenti come Rem Koolhaas, Zaha Hadid o Norman Foster. Tra i suoi lavori più apprezzati lo stadio ricavato da una cava di marmo a Braga, Portogallo, il museo a Cascais, dedicato all’artista Paula Rego, composto da un insieme di volumi geometrici in cemento rosso e un complesso di uffici (in foto) a Porto che giustappone una torre e un parallelepipedo agli edifici circostanti.


CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Filarmonica marina

Tra hub creativo e città d’acqua: così cambia lo skyline di Amburgo

Edifici pubblici

[Architettura]

Una casa d'autore in palio

Il nuovo progetto di Alberto Campo Baeza è un omaggio a Barragán

casa moderna

[Architettura]

Il pollaio? Sì, ma minimalista

Dopo questa chicken coop 2.0 la fattoria non sarà più la stessa

arredi outdoor

[Architettura]

Nuovo polo creativo a Miami

Un grande volume bianco firmato Oma porta la cultura a Mid Beach

musei

[Architettura]

Una scuola très chic

L'inconfondibile gusto francese di Jacques Ferrier a Pechino

Architettura contemporanea

[Architettura]

Il nastro cinese di Möbius

Un enorme anello di vetro e acciaio spicca nel Chaoyang Park di Pechino

uffici di design

[Architettura]

La mecca del design a Londra

Il nuovo London Design Museum nel quartiere di Kensington

musei

[Architettura]

Vivere in garage

Andy Martin trasforma un rifugio per auto in una casa moderna

restyling

[Architettura]

2 architetti per gli USA

Barack Obama sceglie Frank Gehry e Maya Lin

Premi

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web