ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Attico con vista a Tel Aviv

Arredo contemporaneo, una ricca collezione di opere d'arte e una piscina a sfioro panoramica

Nuotare guardando lo skyline di Tel Aviv, una delle metropoli più vivaci e in via di sviluppo del bacino mediterraneo. Lo spettacolo che si gode dalla terrazza che corre attorno all'attico Antokolsky e dalla sua lunga piscina a sfioro bastano a decretare la bellezza di questo progetto.

Siamo nella zona Nord di Tel Aviv; qui, nel 2013, l'architetto israeliano Pitsou Kedem si è occupato di ideare un lussuoso appartamento di 600 metri quadrati, con vista panoramica sulla città.



"Volevamo sfumare i confini tra spazio privato e spazio esterno", racconta il progettista, che ha avvolto la struttura abitativa con una schermata di pareti trasparenti, aprendola su quattro versanti. All'interno, gli spazi si caratterizzano per l'ampiezza, le vetrate che accedono da ogni lato alla terrazza e il generale senso di movimento, accentuato da una serie di pareti scorrevoli in vetro e teak che definiscono gli ambienti a seconda delle diverse esigenze.


Per l'arredo è stato ricercato uno stile internazionale e contemporaneo, come da richiesta dalla coppia di proprietari. Un luminoso spazio giorno a pianta aperta ospita sala da pranzo, zona relax e una cucina di Boffi. In camera da letto, invece, i mobili sono stati disegnati su misura, principalmente utilizzando cemento grezzo e vetro. Infine, tutta l'abitazione risulta vivacizzata da una ricca collezione di opere d'arte moderna, vera passione dei residenti.



Le giornate, però, si chiudono all'aperto, con un tuffo nella piscina rettangolare che, grazie al rivestimento in pietra scura, riflette perfettamente lo skyline della città.

Head architect: Ran M. Broides
Design Team: Pitsou Kedem, Irene Goldberg, Nurit Ben Yosef e Ran M. Brodies
Styling for photographs: Eti Buskila


di Marzia Nicolini / 16 Giugno 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web