ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una casa in collina immersa nel verde

Materiali di recupero, vetrate panoramiche e un forte senso di relazione con la natura

Casa Varatoio è un'abitazione di collina isolata nella natura. La vista, a questa altezza, si apre sul paesaggio e sulla vicina città di Torres Vedras, nella regione portoghese di Estremadura.



Obiettivo del progetto, curato nel 2013 dallo studio di Lisbona Atelier Data, era quello di incoraggiare una forte complementarità tra la casa e il giardino. "Volevamo creare un rapporto visivo intenso tra l'interno e l'esterno", spiegano i progettisti.


L'abitazione, che si sviluppa su tre piani, ben si adatta alla conformazione irregolare del terreno, sfruttando a proprio vantaggio i dislivelli, in una struttura che prende ispirazione dal movimento regolare della spirale.



Internamente, gli spazi sono suddivisi con una funzionalità rigorosa: al piano terra trova spazio un ampio living open space, con una vetrata a tutt'altezza che guarda a Sud, in una posizione protetta dai venti forti della regione. Al primo piano sono state collocate la camera padronale con doppio affaccio a Nord e a Sud, una stanza da bagno e uno studio, mentre il piano interrato ospita una piscina coperta con vista panoramica, in continuità con il paesaggio circostante.



Lo stile, in casa, è improntato a un'eleganza semplice: mobili di recupero sono accostati a pezzi design dall'estetica più contemporanea e hi-tech, come nel caso della cucina, in un insieme armonico.



Grande attenzione nella realizzazione di Casa Varatoio è stata prestata anche al contesto naturale: il giardino, curato dai paesaggisti Susana Maria Rodrigues e António Bettencourt, si compone di una serie di piante autoctone, volte a ricreare un habitat spontaneo.


di Marzia Nicolini / 19 Giugno 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I primi 20 anni del Guggenheim

L'anniversario del museo che ha cambiato il destino di Bilbao e non solo

musei

[Architettura]

Bellezze naturali

Sono 26 i nuovi siti dichiarati Patrimonio dell'Umanità nel 2017

travel

[Architettura]

Emozione vs. funzione

La nuova architettura organica di MAD Architects parla cinese

Edifici pubblici

[Architettura]

Grattacielo annunciato

A Toronto iniziata la costruzione del The One di Foster + Partners

progetti

[Architettura]

Milano, 3 eventi imperdibili

Moda, cinema e design il weekend più caldo di ottobre è a Milano

Itinerari

[Architettura]

Da città fantasma a...

Insieme a un nuovo nome, la città si prepara per un nuovo destino

progetti

[Architettura]

Lo zen e l'arte del giardino

Il Japanese Garden di Portland è il tempio della pace

green design

[Architettura]

New memorial per Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un nuovo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web