ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La casa ideale di Louise Campbell

Das Haus a Imm Cologne. Un open space low tech di 240 mq

Fiera di Colonia: due padiglioni in legno con tetto a capanna convergono a formare un’abitazione. È Das Haus: la casa del futuro realizzata in occasione di Imm Cologne, progettata dalla designer danese Louise Campbell. I due volumi che si intersecano rappresentano l'unione di maschile e femminile all'interno della casa. Un lungo tavolo da pranzo posizionato al centro è il luogo dove i due mondi si incontrano.

Das Haus è un’installazione su commissione che ogni anno vede un designer internazionale alle prese con la progettazione di una casa ideale. L’anno scorso era stata la volta dell'italiano Luca Nicchetto e due anni fa del duo anglo-indiano Doshi-Levien.

Louise Campbell per l'edizione 2014 ha ideato una dimora low tech di 240 metri quadrati priva di pareti interne, con travi a vista e aperture ad ogni estremità. Dentro non ci sono muri che dividono le varie zone, ma solo morbidi tessuti che si possono facilmente arrotolare. Vista da fuori, la casa è iconica e rassicurante, dentro è un grande open space.

Tutto, nnel progetto di Luoise Campbell parla degli opposti e della loro conciliazione: lui/lei, lento/veloce, morbido/duro, chiaro/scuro. Das Haus 2014 è una grande spazio aperto e flessibile dove non ci sono camere con funzioni predestinate. Il letto, lungo 16 mt, più che un arredo è un luogo dove dormire e rilassarsi. La vasca vintage, un pezzo storico della collezione Villeroy & Boch, si trova al centro della zona giorno mentre la cucina fa parte del dominio dell'uomo e comprende una grande parte attrezzata con ben 537 strumenti da lavoro che rimandano alle stanze da hobby.

Arredata con pezzi disegnati dalla stessa Campbell ma anche con mobili firmati da altri designer, la casa è arricchita da oggetti realizzati a mano a Copenhaghen dallo studio di Louise Campbell. Entrare nella casa e muoversi tra gli arredi è un'esperienza piacevole. L’idea è quello di uno slow design distante anni luce da certe tendenze tecnofile che hanno visto prosperare negli ultimi anni modelli digitali di case del futuro.

Info: www.imm-cologne.com
www.livinginteriors-cologne.com
www.livingkitchen-cologne.com
http://pure.imm-cologne.com
www.louisecampbell.com


di Alessandro Valenti / 20 Gennaio 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Che ne è di Palmira?

Mostre digitali e non per tenere in vita l'architettura mediorientale

mostre

[Architettura]

Notte bianchissima

Uno chalet tradizionale ricavato da un enorme blocco di neve

hotel

[Architettura]

Il cielo in una terrazza

Un bianco gioco di volumi per una specialissima casa con vista

casa vacanze

[Architettura]

4 architetti innamorati

Storie d'amore e di complicità in attesa di San Valentino

San Valentino

[Architettura]

Architettura pop

Ma anche rock o elettronica: 13 videoclip in architetture famose

Costume

[Architettura]

Nella natura a Buenos Aires

Una casa nel parco, completamente di legno, per chi ama il silenzio

Case in legno

[Architettura]

Country pink

4 ville con piscina firmate dal più eclettico architetto coreano

case con piscina

[Architettura]

Tra cocooning e natura

In Cile una casa avvolta dalle querce di una foresta privata

Case in legno

[Architettura]

La giungla in hotel

Pareti verdi e piante tropicali per un albergo in Vietnam

hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web