ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Un mondo di parole

In mostra a Zurigo

Scritte, frasi, lettere: che si rincorrono sugli schermi tv, sulle facciate delle case, ovunque. Appuntamento a Zurigo per scoprire una dimensione inconsueta del graphic design: quella del movimento.

Megaschermi nelle piazze. Strisce di Led che comunicano, non stop, notizie o quotazioni. Opere d’arte, titoli cinematografici, sigle tv. È questo il terreno - dai confini estesissimi - di Bewegte Schrift (Tipografia in movimento), mostra al Museum für Gestaltung di Zurigo. Intelligente perché prende in considerazione un ambito della grafica che suona molto tecnico ma in realtà fa parte della nostra vita di tutti i giorni. E raffinata - molto raffinata - per la selezione di personaggi presentati, che vanno da Saul Bass (collaboratore di Kubrick e Hitchcock) all’artista Jenny Holzer. “La cosa curiosa”, spiega il curatore Andres Janser, studioso di storia del design, del cinema e dell’arte, “è che questa ricchezza del nostro tempo, dovuta principalmente alla digitalizzazione, non è stata ancora esplorata. Ci abbiamo provato, coprendo tutte le aree della nostra cultura visiva in cui il fenomeno si manifesta”.

La mostra racconta l’evoluzione di questo linguaggio in un’antologia di lavori che hanno fatto epoca: dai titoli di testa di Dalla Russia con amore al filmato realizzato dal regista Donn Alan Pennebaker nel 1967 per la canzone Subterranean Homesick Blues (dove un giovanissimo Bob Dylan non canta ma lascia cadere fogli di carta con le parole del brano: idea che è stata poi copiata mille volte). La sezione contemporanea è una rassegna di lavori geniali, dove l’importanza dell’idea è pari a quella della tecnologia. In Logorama, vincitore l’anno scorso dell’Oscar come miglior corto di animazione, l’ambientazione è una Los Angeles fatta solo di marchi commerciali; in un video promozionale per la Konzerthaus di Dortmund i nomi degli artisti della stagione danzano sulle note di Debussy. E sono molto interessanti anche progetti per un futuro che potrebbe essere vicino, come quello di una facciata a celle solari capaci di comportarsi come pixel. Ne esce un mondo stratificato, pieno di significati. Anche nuovi. “Perché presentando le parole come se fossero immagini”, spiega Janser, “la narrazione diviene più complessa, il processo della lettura è potenziato da aspetti emozionali: il movimento, la musica. E diventa più giocoso”.

Info: Museum für Gestaltung, Ausstellungsstrasse 60, Zurigo, fino al 22/5. www.museum-gestaltung.ch


di Ruben Modigliani / 10 Marzo 2011

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Una villetta Urban Style a Varsavia

Un “cubo” austero e massiccio nasconde un’anima design

restyling

[Architettura]

La villa sulla roccia

In Grecia una casa che si fonde con il paesaggio mozzafiato

casa vacanze

[Architettura]

Coinquilini paranormali

Le storie di quattro case bellissime abitate da umani e non

costume

[Architettura]

Dischi volanti a Santander

I dischi di ceramica dell’edificio della Fondazione Botìn di Renzo Piano

Musei

[Architettura]

La maxi finestra sul cortile

Il restyling di una casa ad Anversa tra storia e futurismo

restyling

[Architettura]

Questioni di angolature

10 monumenti famosi immortalati da angolature inconsuete

top ten

[Architettura]

Conosci l'architettura moderna?

5 esempi di macro-architetture tra Europa, America ed Estremo Oriente

Architettura contemporanea

[Architettura]

Viaggio intorno al legno

Strutture e design mozzafiato nell'ultimo libro del designer William Hall

libri di design

[Architettura]

Casa mimetica

Un rifugio in Norvegia che si confonde col panorama

case in legno

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web