ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ampliare la casa vittoriana... tipico di Londra!

Una dimora storica di mattoni diventa più moderna (e più grande) con una nuova ala piena di finestre

ampliare-casa-vittoriana-a-londra-mclaren-excel

La nuova ala, con cucina e sala da pranzo, di Kew House

Si potrebbe scrivere un atlante dei progetti e delle soluzioni per ampliare la casa vittoriana che punteggiano Londra e le altre città del Regno Unito: pur avendo spesso qualcosa in comune, ognuno di essi trova una strada originale per aumentare lo spazio integrandosi per similitudine o per contrasto con l'architettura vittoriana originale.

Questa volta l'intervento è firmato da McLaren Excell, uno studio che si caratterizza per la produzione di case con forme lineari, colori chiari, spazi pieni di luce: una sorta di paradigma stilistico, pur declinato ogni volta in modi diversi. Gli architetti Luke McLaren e Robert Excell adorano cimentarsi in nuove sfide progettuali, sia che si tratti della costruzione di uno spazio pubblico o del recupero strutturale di un edificio storico, partendo sempre da un'attenta analisi di quelle che sono le reali esigenze del cliente.

Nel caso dei proprietari di Kew House, ad esempio, era quella di creare una nuova ala, espandendo così il volume della casa già esistente verso il giardino interno. L'edificio originale era la classica casa in stile vittoriano (leggi anche  → Come arredare la casa in stile vittoriano), rivestita di mattoni rossi a vista, mentre lo spazio verde sul quale progettare l'ampliamento era un piccolo appezzamento in pianura. Il progetto di ampliamento della casa ha quindi voluto mantenere la struttura esterna integra, così da non intaccare l'armonia della dimora con le altre abitazioni circostanti. E la nuova ala aggiunta è stata concepita come un'ideale apertura sul giardino esterno, piena di finestre.

Dal pianterreno originale, reso più grande dopo aver eliminato alcuni muri divisori, si accede quindi alla nuova ala della casa vittoriana, che ospita la cucina e la sala da pranzo. Il pavimento e il bancone a isola in cemento creano una continuità cromatica e materica, in contrasto con la boiserie in legno di quercia che riveste tutte le pareti, incorniciando le grandi vetrate che si affacciano sul giardino. Dello stesso legno è anche il piano della cucina, con mobili contenitori realizzati su misura e il lavandino a incasso.

E se si sposta lo sguardo in alto, si scorge la divertente asimmetria del soffitto nella zona cottura. L'elemento di continuità con la casa già esistente è rappresentato da una semplice scala, sempre di quercia, che collega il piano terra con i piani in cui si trovano le altre stanze. Due zone molto diverse che formano un'unica nuova casa.

mclarenexcell.com

SCOPRI ANCHE:
 → Case in stile vittoriano: idee e spunti
 → Restyling di una casa vittoriana
 


di Maria Chiara Antonini / 26 Luglio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Grattacielo annunciato

A Toronto iniziata la costruzione del The One di Foster + Partners

progetti

[Architettura]

Milano, 3 eventi imperdibili

Moda, cinema e design il weekend più caldo di ottobre è a Milano

Itinerari

[Architettura]

Da città fantasma a...

Insieme a un nuovo nome, la città si prepara per un nuovo destino

progetti

[Architettura]

Lo zen e l'arte del giardino

Il Japanese Garden di Portland è il tempio della pace

green design

[Architettura]

New memorial per Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un nuovo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[Architettura]

Ritorno al futuro a Dubai

Itinerario alla scoperta di una città che ha già un piede nel futuro

itinerari

[Architettura]

Un Museo della Romanità in Francia?

A Nîmes il progetto di de Portzamparc, tra storia e modernità

Musei

[Architettura]

Berlino città verticale?

Upper West Tower, cronache dalla Berlino dei grattacieli

costume

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web