ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Di solo bamboo è super-ecosostenibile: una nuova palestra in Thailandia

Lo studio di progettazione Chiangmai Life Construction realizza un edificio unico nel suo genere

bamboo-palestra-sports-hall-panyaden-international-school-chiangmai-life-construction-thailandia
Alberto Cosi

Sampei lo usava come canna da pesca, i Cherokee come cerbottana; i cinesi se lo bevono e adesso in Thailandia ci hanno costruito una palestra da 300 posti: è il bamboo. Versatile oltre ogni immaginazione, leggero e resistente, questo fusto cavo è il famigerato “acciaio vegetale”. Nella Sports Hall della Panyaden International School (in Thailandia) tutti gli occhi sono solo per lui. Niente acciaio, neanche per i giunti, ma capriate da 17 metri prefabbricate in bamboo legate con corde: la Carbon Foot Print è nulla e la sostenibilità ambientale massima.

Il Fior di Loto (fiore sacro per i thailandesi) ispira la forma di questa architettura. E come poteva essere altrimenti? Proprio lo scorso maggio questo fiore è tornato a sbocciare sul lago di Khao Sam Roi Yot dopo un’assenza di 10 anni. (In tempi non sospetti in Thailandia c’è stato sì un boom economico travolgente ma l’ambiente è stato il primo a pagarne lo scotto, e adesso le bonifiche sono all’ordine del giorno).

Nei petali artificiali della sport hall, il design organico contemporaneo, la sofisticata ingegneria del XXI secolo e un materiale naturale (il bamboo), si incontrano in una soluzione costruttiva perfetta, che copre una superficie di 800mq con campi da calcetto, basket, pallavolo e badminton. Poi sui due lati lunghi corrono gli spalti, così visitatori e genitori possono venire a vedere le partite dei figli o le loro recite, perché c’è anche un palcoscenico mobile.

Lo studio di progettazione Chiangmai Life Construction, con questa palestra, centra l’obiettivo prefissato dal brief iniziale della scuola: realizzare un edificio a zero emissioni e in perfetta sintonia con i volumi preesistenti realizzati in bamboo e terra. Inoltre, senza mettere in secondo piano l’eccellenza estetica raggiunta, gli ingeneri ne hanno certificato anche quella tecnica: infatti la struttura in bamboo sarà in grado di resistere ai terremoti e ai forti venti che soffiano nella zona per i prossimi cinquant’anni.

www.bamboo-earth-architecture-construction.com

LEGGI ANCHE:

Come è cambiata la palestra? 5 indirizzi per scoprirlo


di Pietro Terzini / 24 Agosto 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Alla scoperta del Villaggio Crespi

A pochi chilometri da Milano, il villaggio industriale della famiglia Crespi

itinerari

[Architettura]

Modernismo on the beach

Viaggio a Fire Island, la terra promessa degli anni '70

Itinerari

[Architettura]

Tour Montparnasse, reloaded

Il nuovo progetto per la Tour Montparnasse? Naturalmente green.

progetti

[Architettura]

Sostenibilità newyorkese

Su Roosevelt Island il nuovo centro Bloomberg progettato da Morphosis

uffici di design

[Architettura]

Zaha Hadid segreta

A Praga i 50 progetti mai visti di un genio creativo

Zaha Hadid

[Architettura]

The Deuce, Time Square 1980

30 anni e una rivoluzione nel cuore della Grande Mela

progetti

[Architettura]

Casa Emercency a Milano

Una vecchia scuola abbandonata rinasce nel progetto di TAMassociati

edifici pubblici

[Architettura]

Al Louvre Abu Dhabi 7850 stelle

Il museo disegnato da Jean Nouvel apre negli Emirati

Musei

[Architettura]

Lost Utopias, la fiaba di Expo

Quel che rimane delle World's Fair raccontato per immagini

libri di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web