ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Big Architects inventa il viaggio supersonico con Hyperloop One

Da Dubai ad Abu Dhabi in soli 12 minuti: un progetto che trasformerà completamente l’abituale percezione delle distanze e l’idea stessa di viaggio

Dimenticare code, ritardi e attese grazie a un rivoluzionario sistema autonomo di eco-mobilità, viaggiando in confortevoli ambienti su misura, ma non con la fantasia, fisicamente e a velocità quasi supersonica.

Il progetto Hyperloop One, firmato dall’azienda omonima e dallo studio BIG - Bjarke Ingels Group, permetterà, una volta completato, di spostarsi da Dubai ad Abu Dhabi in soli dodici minuti.

“Questo sistema”, racconta il team di BIG - Bjarke Ingels Group, “trasformerà completamente l’abituale percezione delle distanze e l’idea stessa di viaggio”.

L’Hyperloop One sarà composto da Pod, accoglienti capsule per viaggiatori pensate per sostituire i classici mezzi di trasporto, e da Portal, stazioni evolute prive di sale d’aspetto, ideate per eliminare la parola attesa dal vocabolario dei viaggiatori.

I Portal ospiteranno gate di partenza attraverso i quali i passeggeri potranno imbarcarsi sul primo Pod disponibile diretto alla loro destinazione finale. Ogni Pod, sarà una vera e propria stanza in grado di accogliere fino a 6 persone, con interior pensati su misura per viaggi solitari, collettivi, di lavoro o di piacere. Più Pod saranno quindi caricati sui moduli Transporter, pressurizzati e montati su di un telaio per la levitazione e la propulsione, che verranno lanciati a 1100 km/h all’interno di tubature a bassa pressione e quasi prive di attrito. Un’altissima frequenza di arrivi e partenze compenserà la dimensione ridotta dei moduli.

I Pod, inoltre, saranno in grado di muoversi liberamente all’interno delle città, tra un super salto e l’altro. “Dimenticate macchine, navi, treni o aerei”, concludono da Hyperloop One, “il viaggio del futuro sarà da porta a porta e sarà solo una confortevole questione di tempo”.

big.dk

hyperloop-one.com

 


di Francesco Marchesi / 11 Novembre 2016
tags:

progetti , Big

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web