ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il Bosco Verticale a Eindhoven è una casa popolare

Stefano Boeri progetta la Trudo Vertical Forest, un nuovo tassello di forestazione urbana che questa volta abbraccia il social housing

bosco-verticale-stefano-boeri-eindhoven

Il Bosco Verticale a Milano come un esempio da seguire, un modello rivoluzionario, un simbolo vincente di architettura verde, rispettosa dell’ambiente e della conformazione urbana. Ma pur sempre migliorabile. 

Ed è proprio questo l’obiettivo che lo studio Stefano Boeri Architetti, creatore del prototipo milanese, ha perseguito in Europa, Sud America, Cina e in altre parti del mondo, per sviluppare architetture abitate da alberi (e umani naturalmente) sempre più innovative, funzionali, eco-friendly ed esteticamente accattivanti. 

Una ricerca continua da parte del prestigioso studio milanese guidato da Stefano Boeri che, nel prossimo futuro, si concretizzerà nella Trudo Vertical Forest di Eindhoven, nei Paesi Bassi, il primo Bosco Verticale in edilizia sociale

L’annuncio è recente, ma il concept dellla nuova torre è particolarmente interessante: La Trudo Vertical Forest sarà il primo Bosco Verticale focalizzato sul social housing

Il target? Utenti popolari, soprattutto coppie giovani. Dunque il futuro! Diciannove piani di appartamenti – 125 per l’esattezza - con affitto calmierato per agevolare le famiglie, con centinaia di piante e alberi delle specie più varie. 

Un progetto fortemente desiderato dal committente Sint-Trudo, che ha apprezzato l’idea di creare all’interno del paesaggio urbano un habitat verde per sviluppare la biodiversità, grazie a numerose specie vegetali diverse capaci di ostacolare l’inquinamento dell’atmosfera con l’assorbimento di oltre 50 tonnellate di anidride carbonica all’anno.

Ciascun appartamento, di 50 mq più 4 mq di terrazzo, avrà a disposizione un albero e venti cespugli e, come tutti gli altri Boschi Verticali presenti nel mondo, concepirà la vegetazione e la natura vivente come elementi costitutivi dell’architettura, non solo decorativi. 

“Il grattacielo di Eindhoven conferma la possibilità di unire le grandi sfide del cambiamento climatico con quelle del disagio abitativo. La forestazione urbana non è solo una necessità per migliorare l’ambiente delle città nel mondo, ma l’occasione per migliorare le condizioni di vita dei cittadini meno abbienti” ha dichiarato Stefano Boeri


di ELena Marzorati / 15 Gennaio 2018

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Grattacielo di legno

Sembrava impossibile, ma lo stanno per fare

progetti

[Architettura]

Alba albanese

Tutti i motivi per cominciare a programmare le vacanze in Albania

Travel

[Architettura]

Il sacro geometrico di Siza

L'architetto firma la chiesa di Saint Jacques de la Lande a Rennes

edifici pubblici

[Architettura]

The World is back

L'ultima follia di Dubai riemerge con un progetto di rilancio

Progetti

[Architettura]

Cani e gentrification

Cosa ci insegnano i cani di NYC, indicatori di una città che cambia

Costume

[Architettura]

Comfort zone

Aeroporti d'autore: a Oslo il primo terminal per farti star bene

edifici pubblici

[Architettura]

Il grattacielo 4.0

Carlo Ratti e BIG insieme per un grande progetto green a Singapore

progetti

[Architettura]

I giardini degli altri

Giardini giapponesi in giro per il mondo

Travel

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali