ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La Domus Aurea di Alberto Campo Baeza in Messico

Il nuovo progetto dell'architetto spagnolo, a Monterrey, così ribattezzato per l'ampia parete dorata del living, è un omaggio a Barragán

casa-alberto-campo-baeza-messico-domus-aurea-piscina
Javi Callejas

La piscina incassata nel tetto della Domus Aurea, con vista panoramica sulla Sierra Leone

La prima casa firmata Alberto Campo Baeza in Messico non poteva che essere un omaggio dichiarato a Luis Barragán. Soprannominata Domus Aurea per il suo elemento architettonico più distintivo, un'ampia parete dorata nello stile dell'architetto messicano, si trova a Monterrey ed è stata costruita per una lotteria. Il committente è infatti Sorteos TEC, un'organizzazione filantropica che promuove sorteggi i cui ricavi sono destinati alle borse di studio per i giovani messicani, alla ricerca e alla realizzazione di infrastrutture.

Lo stile è quello minimalista, sobrio, essenziale di Campo Baeza, che ha progettato la residenza in collaborazione con l'architetto messicano Gilberto L. Rodriguez e un team che include anche un giovane italiano, Tommaso Campiotti. I piani sono tre, collegati da un ascensore interno e dalla luce naturale che li inonda: "sine luce, nulla architectura est".

All'ingresso, un'ampia area unisce due spazi secondo una linea diagonale che porta lo sguardo a posarsi sulla parete dorata. Il piano terra ospita le aree "sociali", come la stanza della tv, collegate al giardino con ampie porte-finestre. Al livello superiore ci sono le camere da letto e la zona giorno che affaccia sul piano inferiore: è qui che l'ampia parete dorata riflette la luce che entra dal lucernario del terzo piano, arricchendola di sfumature calde e intense. E all'ultimo piano la piscina, incastonata nella terrazza sul tetto, dà su una cornice rettangolare che restituisce uno spettacolo unico, quello della Sierra Madre.

Il risultato, nelle parole di Alberto Campo Baeza, è "una casa bianca, serena, piena di luce, una luce dorata, dove gli inquilini saranno felici". Il matrimonio di due filosofie complementari: l'uso del colore come elemento architettonico e della luce come materiale. 

www.campobaeza.com

SCOPRI ANCHE:
 Un hotel di lusso in Messico
→ In Messico una villa sull'Oceano
→ Bioarchitettura: una casa ecologica in Messico
→ Una villa nel bosco con scuderia in Messico


di Alessandra D'Angelo / 5 Dicembre 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Modernismo e utopia on the beach

Viaggio a Fire Island, la terra promessa degli anni '70

Itinerari

[Architettura]

Come cambierà la Tour Montparnasse

Il progetto di ristrutturazione della Tour Montparnasse? Naturalmente green.

progetti

[Architettura]

Sostenibilità newyorkese

Nasce su Roosevelt Island il nuovo centro Bloomberg progettato da Morphosis

uffici di design

[Architettura]

Zaha Hadid segreta

A Praga i 50 progetti mai visti di un genio creativo

Zaha Hadid

[Architettura]

The Deuce, Time Square 1980

30 anni e una rivoluzione nel cuore della Grande Mela

progetti

[Architettura]

Casa Emercency a Milano

Una vecchia scuola abbandonata rinasce nel progetto di TAMassociati

edifici pubblici

[Architettura]

Al Louvre Abu Dhabi 7850 stelle

Il museo disegnato da Jean Nouvel apre negli Emirati

Musei

[Architettura]

Lost Utopias, la fiaba di Expo

Quel che rimane delle World's Fair raccontato per immagini

libri di design

[Architettura]

La Biennale di Chicago

CAB 2017: L'architettura ha bisogno di guardare ancora al passato?

eventi

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web