ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La casa in legno e cemento di Marcio Kogan nella foresta pluviale

Firmata dallo studio mk27, una casa vacanze con piscina sul tetto vicino a San Paolo

Cerca un rapporto ideale con la natura circostante, Jungle House, la casa in legno e cemento con una piscina sul tetto costruita da Marcio Kogan con Samanta Cafardo nella foresta pluviale, lungo la zona costiera dello stato di São Paulo. La residenza di vacanza è stata inserita in quella che era una radura nella fitta vegetazione tropicale che ricopre il terreno montuoso.

L’architettura è pensata in funzione del paesaggio e nel rispetto della giungla preesistente. Inoltre, lo studio mk27 ha valorizzato alcuni fattori naturali, come la vista panoramica sull’Oceano e il contatto diretto con l’ambiente, oltre ad avere considerato l’irraggiamento solare per disegnare spazi ottimali.

Appoggiata sul lato del pendio, la struttura si proietta in avanti, ‘uscendo’ dalla montagna, e rimane sospesa da terra grazie al sostegno di due grossi pilastri. La semplicità formale, ricercata da Kogan nelle sue architetture, si esprime anche in Jungle House, una casa moderna dai volumi rettangolari in cemento a vista che si combinano a rivestimenti in legno. I diversi blocchi con coperture aggettanti creano spazi semi-esterni riparati.

Estesa su una superficie di 805 metri quadrati, la casa si sviluppa su tre piani concepiti, nella loro organizzazione funzionale, in senso inverso rispetto alla distribuzione tradizionale. Sul tetto sono collocati gli spazi comuni dedicati alla socializzazione, la piscina, la zona giorno e la cucina; al livello intermedio si aprono sei camere da letto - cinque con veranda e amaca - e una sala tv; mentre a pianterreno si trovano un ampio deck, coperto dalla proiezione della casa, che è collegato a una stanza da gioco per i bambini e alcuni locali di servizio.

Dalla piattaforma in legno, a livello terra, una scala conduce al corpo della casa e ai suoi interni, che scelgono gli stessi materiali usati per gli esterni della casa, cemento grezzo e legno. Il progetto di interior design, curato da Diana Radomysler, del team di Studio MK27, propone arredi moderni e di design e soluzioni confortevoli per abitare nella giungla.

La natura è prevalente non solo da un punto visivo ma anche ‘fisico’, tocca l’architettura di Jungle House seguendone lo sviluppo verticale. Così per i suoi abitanti è naturale camminare in mezzo agli alberi al piano terra, sfiorare le loro chiome al livello superiore o superarle, sul tetto, per guardare il mare.

www.studiomk27.com

SCOPRI ANCHE:
Vivere green in Brasile
Weekend house a San Paolo
Villa con piscina nel centro di San Paolo


di Silvia Airoldi / 16 Agosto 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

New memorial per Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un nuovo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[Architettura]

Ritorno al futuro a Dubai

Itinerario alla scoperta di una città che ha già un piede nel futuro

itinerari

[Architettura]

Un Museo della Romanità in Francia?

A Nîmes il progetto di de Portzamparc, tra storia e modernità

Musei

[Architettura]

Berlino città verticale?

Upper West Tower, cronache dalla Berlino dei grattacieli

costume

[Architettura]

Cosa vedere a Perugia

Viaggio tre le architetture contemporanee della città umbra

itinerari

[Architettura]

Mostri all'italiana

Le architetture abbandonate fotografate da Amélie Labourdette

costume

[Architettura]

Scuole di terra

L’architettura d'emergenza pensata da EAHR per i campi profughi

Architettura contemporanea

[Architettura]

Venezia città aperta

Chipperfield restaurerà le Procuratie Vecchie di piazza San Marco

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web