ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una casa in legno ideata dall'architetto Marcio Kogan trasforma la natura in energia

L'ultimo progetto prefabbricato dello studio MK27 è energeticamente autonomo grazie alla rigogliosa vegetazione locale

casa-in-legno-ecologica-prefabbricata-marcio-kogan
Fernando Guerra | FG+SG

COSTRUITA TRA UN GIGANTESCO MASSO E UN ALBERO, LA CASA IN LEGNO SI INSERISCE ARMONIOSAMENTE NELLA NATURA. UN PANORAMA LUSSUREGGIANTE DA AMMIRARE AFFACCIATI DAL LUNGO PONTE PARZIALMENTE COPERTO.

Una casa in legno immersa nella natura. La filosofia dello studio MK27, guidato dall'architetto brasiliano Marcio Kogan, raggiunge nel recente progetto Casa Catuçaba la sua apoteosi: l'integrazione tra edificio e paesaggio circostante è talmente piena che la casa, grazie alla vegetazione, è energeticamente autonoma e autosufficiente.

Firmata da Marcio Kogan assieme a Lair Reis, uno degli architetti dello studio MK27, la casa ecologica occupa un'area di 309 metri quadri e prende il nome dalla cittadina in cui si trova, Catuçaba, nel cuore rurale dello stato di San Paolo. Immersa tra le colline, la casa di legno è stata concepita come un rifugio, un luogo dove ritrovare il silenzio e il riposo, riconciliandosi con la natura. Ha quattro camere da letto e un ampio living, affaccia sulla vallata ed è stata edificata a un'altezza di 1.500 metri, su pilastri, per ovviare ad un terreno irregolare e disagevole.

La richiesta dei clienti, un'abitazione che fosse in grado di smaltire i rifiuti e produrre energia elettrica e calore, ha rappresentato una sfida per lo studio MK27. Il risultato è un vero traguardo: l'unica residenza in Brasile certificata col massimo punteggio nella classifica del Green Building Council Brasil, la sezione locale dell'ONG internazionale che promuove l'edilizia sostenibile.

L'acqua corrente è quella delle sorgenti che si trovano nei dintorni, l'energia elettrica è prodotta dai pannelli solari e fotovoltaici installati sul tetto e dalla turbina eolica, ed è accumulata in batterie collocate al di sotto della casa. Le stanze sono riscaldate dalle classiche stufe a legna e le finestre hanno i doppi vetri per assicurare un controllo ottimale della temperatura. Il tetto è isolato termicamente con carta riciclata, mentre per le pareti Kogan e Reis hanno scelto le fibre compatte ricavate dalle bottiglie di plastica.

Date le difficoltà nel raggiungere il luogo di edificazione, gli architetti hanno deciso di costruire solo i due muri che delimitano la casa, usando un'argilla locale, la stessa con cui sono stati realizzati i mattoni del pavimento interno, ispirati alle case coloniali. Il resto è una casa prefabbricata che è stata semplicemente assemblato sul posto, in legno sostenibile della foresta amazzonica certificato dalla ONG Forest Stewardship Council. La facciata a nord, la più esposta al sole, è stata equipaggiata di sottili pannelli pieghevoli di eucalipto, alcuni fissi e altri scorrevoli, che servono da filtri per la luce e il calore: l'effetto visivo, all'interno, è quasi cinematografico: il tocco "da regista" di Marcio Kogan.

www.studiomk27.com

SCOPRI ANCHE:
Minimalismo brasiliano per l'interno di Marcio Kogan a San Paolo


di Alessandra D'Angelo / 20 Dicembre 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Napoli col cuore

L'ultimo libro di Davide Vergas è una guida sentimentale di Napoli

Travel

[Architettura]

Verticale e popolare

Il nuovo progetto di social housing di Stefano Boeri a Eindhoven

progetti

[Architettura]

Fez per esploratori

Alla scoperta di uno dei centri più attraenti del mondo islamico

Travel

[Architettura]

Architettura del reale

I documentari che ogni architetto dovrebbe vedere nel 2018

Costume

[Architettura]

7 architetti per New York

I progetti dei migliori architetti per migliorare (o salvare) NY

progetti

[Architettura]

Il 2018 a Berlino

Libertà e cultura, arte e design: anche nel 2018 Berlino è imperdibile

Travel

[Architettura]

Terme di Caracalla in 3d

A Roma il primo sito archeologico italiano interamente visitabile in 3D

Tecnologia

[Architettura]

Isola con co-working

Sull’isoletta di Fleinvaer uno spazio di lavoro unico al mondo

Uffici di design

[Architettura]

La top ten 2018 dei grattacieli

Grattacieli, ecco quali toccheranno il cielo nel 2018

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web