ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Come trasformare l'architettura orientale in una casa moderna. Anzi, futuristica

Un progetto per un pilota d'aerei che prende le mosse dalla casa coreana per creare una costruzione low budget e di design

casa-moderna-low-budget-corea-del-sud
Sergio Pirrone

 Una casa “volante” in Corea del Sud: l’architettura naturale orientale segue il concetto tradizionale di equilibrio ambientale tra terra e cielo.

 Un dirigibile è appena atterrato a Gyeongseo-dong, nella Corea del Sud, o comunque questa è l’impressione che si percepisce se si osserva questa casa moderna “alata” progettata per la famiglia di un giovane pilota in una delle zone urbane a forte sviluppo nei pressi dell'aeroporto di Incheon.

Il progetto dello Studio Iroje Khm ha voluto sottolineare la caratteristica principale del comportamento quotidiano del pilota, cercando di riportarlo simbolicamente nell'identità delle case moderne. La costruzione ad ali sovrapposte del tetto e del cortile e il movimento dinamico dell’edificio stesso sembrano voler congelare metaforicamente i simboli del volo. Per compensare questa parte “ariosa” dell'unità abitativa, i piani più bassi dell’edificio ritornano all’architettura orientale tradizionale con una struttura in cemento a vista, una grande scala che diventa seduta e un’area living in cui le sedute sono semplici cuscini colorati posati sul pavimento.

Dietro a questo concetto una filosofia orientale che si preoccupa di garantire la stabilità della salute del corpo attraverso un equilibrio ambientale tra il cielo e la terra. In questa visione di architettura naturale si colloca anche il rapporto tra spazio abitativo interno e paesaggio esterno che viene qui trasformato. Partendo dall'architettura paesaggistica tradizionale coreana, si è trasformato il patio, il giardino e il padiglione in un progetto che non ha niente da invidiare alle case contemporanee di design, che prevede di poter passeggiare in maniera circolare sempre accompagnati dall’ombra. È questa la maniera in cui la casa moderna convive con la natura e con il paesaggio collinare circostante.

Avendo a disposizione un budget limitato e volendo realizzare una casa di design con una superficie di 195 mq, si è dovuto stabilire un piano economico molto semplice che prevedesse però un isolamento termico elevato e l’utilizzo di un sistema di protezione dei muri esterni, con elementi di cemento facciavista in modo tale che il materiale strutturale diventasse anche materiale di rifinitura. Il cemento architettonico lucidato è stato utilizzato anche per alcuni elementi interni come le pareti e i pavimenti della cucina e delle camere da letto e per l’ampia vasca da bagno dal sapore zen che è stata accostata a un micro-appezzamento di terreno interno. I colori degli interni fanno parte di una palette minima che spazia dal grigio opaco al bianco luminoso con dettagli di colore rosso acceso.

www.irojekhm.com

SCOPRI ANCHE:
Dalla Corea una casa vacanze ispirata a Gino Paoli
Ville con piscina che sembrano uscite da un fumetto


di Paola Testoni / 28 Febbraio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web