ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La casa moderna piccola e stretta arrampicata sui tetti di Buenos Aires

Stretta e asimmetrica, la casa firmata CCPM in una delle città più popolose al mondo sa come sfruttare gli spazi ridotti

casa-moderna-piccola-buenos-aires-ccpm-ph-lavalleja
@ Javier Agustín Rojas

Se vivete in una grande città, lo sapete bene: il paesaggio urbano è un labirinto sempre più fitto. Cosa vedete dalla vostra finestra? Distese di cemento, grovigli di strade, case strette l'una all'altra in quartieri dove ogni centimetro può diventare spazio vitale: un problema, ma anche una sfida. Perché l'architettura che guarda al futuro è quella che sa valorizzare gli elementi a disposizione, trasformando i limiti in opportunità.

È quello che hanno fatto gli architetti di CCPM, studio argentino con base in una delle città più densamente popolate al mondo: Buenos Aires. Qui sorge PH Lavalleja, una casa moderna, piccola e stretta, che ha trovato il modo di farsi notare, ritagliandosi il suo spazio in un quartiere più che mai affollato.

 

@ Javier Agustín Rojas

PH è il nome di una soluzione abitativa tipica di queste parti, una struttura snella che si infila nell'intervallo tra una casa e l'altra. Una “lotta per la sopravvivenza” tra palazzoni sgraziati che si guardano in cagnesco? No, se si sa giocare con stile. Ed ecco allora che il progetto firmato CCPM sceglie di riecheggiare i profili caotici delle abitazioni circostanti adottando geometrie insolite e accattivanti.

I tetti in metallo bianco e ondulato pendono in varie direzioni, con angolature differenti, in accordo con lo spazio a disposizione. I volumi giustapposti in questa trama irregolare si affermano come un manifesto di design: si possono coniugare estetica e funzionalità anche in un fazzoletto di terra angusto, schiacciato in una morsa di cemento.

 

@ Javier Agustín Rojas

Distribuita su due livelli, intervallati da un mezzanino, la casa si solleva dalla strada come una torretta candida e squadrata. Una scala a spirale sale lungo il fianco per collegare le camere impilate direttamente una sopra l'altra. Cucina e salotto sono situati al piano terra, con la camera da letto e il bagno al livello superiore e la zona living in cima. C'è anche spazio per un angolo studio nel soppalco che separa i due piani.

@ Javier Agustín Rojas

Il tetto piatto di una proprietà vicina, coperto da un prato, è diventato una terrazza, che quasi raddoppia la superficie abitabile e offre una vista interessante sul quartiere. Altri affacci, finestre e lucernari si aprono lungo tutta la struttura, per lasciare entrare la luce e l’energia del mondo fuori. Interni ed esterni dialogano così in un’armonia asimmetrica e ingegnosa, in cui si concentrano tutta la vivacità e l'imprevedibilità della vita cittadina.

https://ccpmarq.tumblr.com


di Elisa Zagaria / 18 Giugno 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web