ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una casa nel verde della brughiera scozzese

Lo studio Raw Architecture Workshop coniuga tecnologia e tradizione locale per un progetto eco-sostenibile

Una scelta forte: vivere immersi nella natura in un'abitazione costruita secondo un'antica tecnica locale con le esigenze e la necessità di comfort di una vita contemporanea. Questo il punto di partenza della coppia di proprietari della Camusdarach Sand House: una casa mimetizzata nella brughiera dell'arcipelago scozzese delle Orcadi. A disegnarla, nel 2014, è lo studio Raw Architecture Workshop.

Una serie di volumi isolati, parzialmente interrati e totalmente ricoperti di muschi e licheni, sono l'ispirazione del luogo a cui si rifanno i progettisti. Il risultato? Un volume a capanna, su tre livelli, che sfrutta al massimo la pendenza del terreno limitrofo con il duplice obiettivo di ottimizzare l'apporto di luce naturale e le vedute panoramiche sulle montagne.

Con una base in calcestruzzo e una struttura superiore rivestita in legno scuro – che sperano si ricoprirà presto di vegetazione -, la casa – che funge anche da ufficio – circoscrive, al piano interrato, le zone più tecniche come il garage e un laboratorio. Al primo piano si trova la zona notte – intima e poco aperta sull'esterno –, mentre all'ultimo livello lo spazio accoglie un living open con funzione di cucina, studio e sala relax.

Qui, nella zona giorno, una serie di ampie vetrate e lucernari sul tetto aprono lo sguardo al paesaggio. Se l'involucro dell'abitazione è scuro, l'interno è invece chiaro e arredato in una gamma di toni morbidi, caldi, che amplificano la riflessione della luce naturale. Gli architetti hanno assecondato il gusto minimalista dei proprietari, accostando pochi mobili su misura – realizzati in legno di betulla o compensato – a pezzi di famiglia come il grande baule che troneggia in mezzo al divano ad angolo, al posto del tradizionale tavolino.

«Abbiamo voluto realizzare una casa che riflettesse lo stile di vita semplice della regione», spiegano i progettisti, che hanno curato anche l'eco sostenibilità del progetto, selezionando solo materiali naturali di provenienza locale.

Sito:
http://www.rawarchitectureworkshop.com/


di Marzia NIcolini / 30 Ottobre 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Il pollaio? Sì, ma minimalista

Dopo questa chicken coop 2.0 la fattoria non sarà più la stessa

arredi outdoor

[Architettura]

Nuovo polo creativo a Miami

Un grande volume bianco firmato Oma porta la cultura a Mid Beach

musei

[Architettura]

Una scuola très chic

L'inconfondibile gusto francese di Jacques Ferrier a Pechino

Architettura contemporanea

[Architettura]

Il nastro cinese di Möbius

Un enorme anello di vetro e acciaio spicca nel Chaoyang Park di Pechino

uffici di design

[Architettura]

La mecca del design a Londra

Il nuovo London Design Museum nel quartiere di Kensington

musei

[Architettura]

Vivere in garage

Andy Martin trasforma un rifugio per auto in una casa moderna

restyling

[Architettura]

2 architetti per gli USA

Barack Obama sceglie Frank Gehry e Maya Lin

Premi

[Architettura]

Il ponte infinito

A Changsha un’infrastruttura oltre i confini dell’immaginazione

Architettura contemporanea

[Architettura]

Casa sulla cascata

Una grande villa in legno e granito ispirata alla casa di Wright

architettura contemporanea

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web