ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Casa e ufficio. 53 metri quadri a Taipei

Vivere e lavorare in uno spazio antico e moderno allo stesso tempo

53 mq a Taipei da abitare e utilizzare. Il Ganna Studio, della coppia di interior designer Shih-Jie Lin e Ting-Liang Chen, ha ristrutturato uno spazio degli Anni 70 mantenendo inalterata la struttura originale ma adattandola alle esigenze dell'abitare contemporaneo.

Molteplici le esigenze e le difficoltà progettuali. Da una parte la necessità di combinare e nello stesso tempo dividere la zona giorno dallo spazio attrezzato del lavoro, dall'altra di utilizzare l'unico affaccio disponibile che collega, attraverso una successione continua di ampie vetrate, l'intera casa al giardino di ingresso.
Il risultato? Una successione di luoghi che funzionano sia quando sono chiusi ed isolati, sia quando sono connessi tra loro attraverso un sistema di quinte mobili decorate. La cucina con l'annesso piano per il pranzo, l'area tv, lo studio e la camera da letto possono presentarsi come uno spazio unico o distribuite in angoli polifunzionali fortemente distinti esteticamente.
Il legno è un altro protagonista della casa insieme al design. Il portone rosso di ingresso, il parquet a lisca di pesce, il piano del tavolo da pranzo o le tavole di legno riciclato del piano di lavoro si alternano ad arredi famosi di brand internazionali. Alcuni esempi? Il divano Mah Jong Matelot per Roche Bobois di Jean Paul Gaultier è posato su un piano in cemento rialzato.
Una successione di sedute come la Panton Chair disegnata da Verner Panton per Vitra, la Plastic Armchair Rar degli Eames o lo sgabello Heide di Sebastian Wrong per Established & Sons sono solo alcune delle sedie che si alternano in maniera apparentemente casuale. Anche i corpi luminosi sono icone di design. Il lampadario a sospensione Cone Light Large di Tom Dixon o la luce a sospensione Neutra di Ferruccio Laviani per Kartell.

Sito:

http://ganna-design.com


di Benedetta Lamberti / 11 Giugno 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Il tempio per tutti

Un tempio spettacolare in Cile, aperto a ogni religione, o a nessuna

architettura contemporanea

[Architettura]

Casa per chi ama volare

Un volume alato in Corea del Sud per un pilota di aerei

casa moderna

[Architettura]

Tadao Ando vs i grattacieli

Nel cuore di Manhattan un piccolo volume in vetro e cemento

progetti

[Architettura]

Brexit e gli architetti

Sondaggio del RIBA: un esercito di professionisti minaccia l'esodo

costume

[Architettura]

Architettura di oggi a Roma

Labics ha ultimato un significativo progetto per la capitale

architettura contemporanea

[Architettura]

Apple Park

A Cupertino prende forma il sogno di Steve Jobs

progetti

[Architettura]

Una casa da Oscar

Tour di location e maestri d’architettura sul grande schermo

design e cinema

[Architettura]

L'albero di Diébédo Francis Kéré

La struttura realizzata a Londra sarà ispirata all'Africa

progetti

[Architettura]

Panorami casalinghi

7 camere con vista per sognare a occhi aperti

top ten

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web