ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una casa in cemento tra archetipo e navicella spaziale

Una semplice torsione trasforma la classica icona di casa in un monolite abitabile

0 apertura 6_Konieczny's_Ark_KWK_Promes_Robert_Konieczny_photo_Olo_Studio
Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

Grazie ad una “torsione” questa casa di Cracovia pare librarsi nel vuoto tra le colline polacche 

Una casa prefabbricata in cemento trasforma l’archetipo primordiale iconico, da tutti conosciuto, in un monolite abitabile. Siamo tra le dolci colline fuori Cracovia, in Polonia. Il tetto classico, i muri retti e le finestre quadrate possono rimandare ad un immaginario usuale. In realtà basta osservare questa casa progettata dallo studio KWK Promes per rendersi conto che di tradizionale c’è ben poco. A cominciare dal basso.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

L'abitazione in cemento appare leggera. Una casa appena appoggiata che sembra in equilibrio costante sul pendio. Un unico spigolo la lega al terreno ondulato dei prati verdissimi. E questo angolo in cemento si illumina nel buio per trasformare quella che all’apprenze sembra una casa tradizionale in una sorta di navicella spaziale appena atterrata. Si perchè l'archetipo casa è stato manipolato per far in modo che l'attacco al terreno non avenisse tramite un piano.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

Proprio come un UFO appena atterrato, questa casa prefabbricata è collegata al paesaggio tramite una passerella mobile che, all'occorrenza come un ponte levatoio, si chiude e diventa persiana.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

Tutto il resto è vetro: i lati lunghi - 10 metri - di questo parallelepipedo sgembo sono infatti unicamente composti da ampie vetrate trasparenti volutamente incapaci di precludere alla luce naturale di invadere gli interni minimali che paiono aspettarla con gioia.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

Ma vetro significa visione. Soprattutto in un casa in cemento totalmente immersa nel paesaggio come questa, il rapporto tra dentro e fuori, interno ed esterno, coperto e all'aperto è quanto mai ambiguo. Gli interni minimal dal sapore scandinavo vivono delle vedute green esterne.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

L'involucro è unico. La torsione del pavimento non è solo un vezzo architettonico: in una zona scarsamente abitata come questa consente di risolvere un importante problema legato alla sicurezza facendo in modo che l'edificio di 138 mq tocchi terra solo attraverso un determinato e studiato angolo pensato rispetto all'inclinazione del terreno. Le camere da letto si trovano al primo piano rispetto all’inclinazione del terreno. Questo agevola privacy e organizzazione interna.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

Un altro vantaggio? Sotto di sè la casa in cemento lascia passare liberamente l’acqua piovana limitando così il rischio di frane sempre più frequenti nelle alture polacche. Ogni complicazione costruttiva è stata qui risolta con l’uso del cemento a vista: economico e isolante.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

Gli interni sono minimali: aree aperte, mobili spesso trasparenti come le pareti e design pulito. I quadri non esisotno perchè sostituiti dall’incantevole vista sulle colline adiacenti. Nel centro dell'area giorno una stufa a legna cilindrica contemporanea ha la capacità di riscaldare tutta la casa.

Foto di: Olo Studio, Jakub Certowicz, Courtesy of Robert Konieczny

www.kwkpromes.pl

SCOPRI ALTRE CASE IN CEMENTO:

Casa moderna in calcestruzzo
Da villa vittoriana a casa moderna. Un restauro creativo a Sidney
Una casa moderna con piscina nel bosco di Tepoztlan
Una casa moderna in calcestruzzo grezzo con arredi in legno
Pareti bianche, cemento a vista e mobili vintage per una casa in Catalogna


di Paola Testoni / 29 Marzo 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web