ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

All'EPFL di Losanna il restyling suggestivo di Dominque Perrault

Il nuovo volto della Mechanics Hall dell’École Polytechnique Fédérale de Losanne, firmato dal team dell'architetto francese, è un progetto audace che fonde soluzioni contemporanee e citazioni dal passato

Una facciata animata che omaggia la meccanica e una serie di elementi architettonici che si intersecano in prospettive dinamiche, ecco il nuovo volto della Mechanics Hall dell’École Polytechnique Fédérale de Losanne, firmato dal team Dominique Perrault Architecture/Steiner.

Il progetto, selezionato con un concorso internazionale nel 2011, ha trasformato radicalmente il vecchio edificio degli anni ’70 che ospitava la facoltà. Un restyling che ha fuso soluzioni contemporanee e citazioni del passato. Dalle ceneri seventies della vecchia struttura è sorta una nuovissima hall rettangolare, un nuovo immobile di oltre 19.000 mq distribuiti su cinque livelli, costituito da due ali e un ampio atrio centrale.
L’atrio è un’area dedicata all’accoglienza e alla socialità, il vero cuore pulsante dell’edificio. Al suo interno scale e corridoi corrono diagonalmente tra i piani e gli spazi, generando un’originale immagine tridimensionale. Un gioco di suddivisioni e altezze dove spiccano il bianco e il nero, tra superfici lucide e opache. Nella struttura, materiali come cemento e metallo, luminose vetrate, lampade ed elementi tubolari che evocano la vocazione scientifica dell’edificio.  

L’anima meccanica della nuova hall, però, è rappresentata soprattutto dalle sue tre suggestive facciate mobili. Combinazioni di moduli in maglia metallica inclinati, organizzati in una sorta di scudo protettivo che contribuisce a isolare termicamente e acusticamente l’edificio. Ogni modulo è composto da due livelli scorrevoli e da uno fisso, gestiti attraverso un sistema automatico. Una sovrapposizione di piani obliqui che appare quasi come un pattern tessile, un gioco di cerniere che si spostano seguendo il cielo di Losanna. Di notte, le luci artificiali enfatizzano la particolare silhouette dell’edificio, trasformando la hall in un faro per tutto il campus. 

www.perraultarchitecture.com

SCOPRI ANCHE:
Una scuola di nuova generazione a Singapore
L'issam Fares Institute di Zaha Hadid


di Francesco Marchesi / 20 Maggio 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web