ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Uno stadio smontabile mai visto prima per i mondiali di calcio del 2022

Lo studio spagnolo Fenwick Iribarren Architects costruirà 3 degli 8 stadi per i mondiali del 2022 in Qatar di cui uno è realizzato con i container

00-fenwick-iribarren-architects-stadio-ras-abu-aboud

Lo studio spagnolo Fenwick Iribarren Architects (FIA), guidato dagli architetti Mark Fenwick e Javier Iribarren, costruirà lo stadio Ras Abu Aboud per la Coppa del Mondo di calcio del Qatar nel 2022. Degli 8 stadi che ospiteranno la Kermesse questo è il terzo che porta la firma dello studio spagnolo. La concorrenza delle grandi firm internazionali è stata sbaragliata, come hanno fatto? Rendendo il progetto completamente reversibile: si tratta infatti del primo stadio trasportabile e riutilizzabile del mondo. Costruito con una struttura di container, assemblabile e disassemblabile all’occorrenza, lo stadio può essere smontato per sezione o in parti e trasportato nelle altre città che ospiteranno per la prossima Coppa del Mondo. I benefici di carattere finanziario e in termini di ecosostenibilità non si contano.

 

 

Le keyword alla base di questo stadio, che ha una capienza di 40 mila spettatori sono: modularità, mobilità, funzionalità e immagine iconica. Insomma principi ispirati sia all’estetica che alla resilienza. D’altronde lo studio è da tempo uno dei principali player nel campo del design sostenibile tanto da aver teorizzato il concetto di "Architettura blu" , fondato sui capisaldi del benessere e del comfort delle persone.

 

 

Mark Fenwick, di Fenwick Iribarren Architects, ha affermato "Siamo lieti di fare parte di un altro progetto per la Coppa del Mondo del Qatar 2022 e siamo molto orgogliosi che il nostro progetto dello stadio Ras Abu Aboud sia il primo trasportabile e riutilizzabile nella storia". E aggiunge: "Siamo fiduciosi che questo concetto innovativo e sostenibile servirà da ispirazione per altri architetti di tutto il mondo e consentirà la creazione di spazi esteticamente gradevoli da utilizzare come eredità per i progetti futuri”.

www.fenwickiribarren.com

LEGGI ANCHE:

Citylife shopping district

Dentro ai nuovi appartamenti di lusso firmati Norman Foster


di Pietro Terzini / 7 Dicembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Pistoia Reloaded

Itinerario alla scoperta del volto contemporaneo della città

itinerari

[Architettura]

Gli occhi delle torri

Le foto di Laurent Kronental scattata dalle Tours Aillaud

costume

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

[Architettura]

La Beirut segreta

Elegante e resiliente, la capitale del Libano in un tour da intenditori

Itinerari

[Architettura]

Una stanza in mezzo al lago

Una vecchia centrale idroelettrica diventa hotel sull'acqua

hotel di design

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web