ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Hong Kong, il nuovo terminal per le crociere di Norman Foster per la città più visitata al mondo

Apre al pubblico l'estensione dell'Ocean Terminal nel Victoria Harbour, progettata da Foster + Partners.

foster-and-partners-porto-di-hong-kong-ocean-terminal
Courtesy photo: Foster + Partners

Stavate progettando una crociera nel Mar Cinese Meridionale? Allora sarete contenti di sapere che lo scalo internazionale del porto di Hong Kong, l’Ocean Terminal nell’Harbour City, si è appena arricchito di un nuovissimo accesso, aperto in questi giorni al pubblico e progettato dallo studio fondato nel 67 da Norman Foster, Foster + Partners. Con spazi per cenare e rilassarsi all’aperto, e una vista mozzafiato su uno dei panorami metropolitani più belli del mondo, il nuovo terminal Harbour City HK si candida a diventare una delle principali attrazioni turistiche di Hong Kong, città che, stando a dati recentissimi, è la più visitata al mondo con circa 26,5 milioni di turisti l’anno.

Anche prima dell’apertura del nuovo terminal, il porto Victoria era un’imprescindibile meta. Situato tra l’isola di Hong Kong e Kowloon, questo approdo dalle acque profonde, la cui importanza strategica e commerciale non sfuggì agli inglesi in tempi di colonialismo, ha scoperto nelle ultime decadi una grande vocazione al turismo per l’incredibile skyline che offre soprattutto di notte. Con un traffico di migliaia di passeggeri al giorno (circa 53.000 quelli dei traghetti), e un intenso passaggio di container, il Victoria Harbour fa anche da tappa per crociere di compagnie internazionali grazie all’Ocean Terminal e al Kai Tak Cruise Terminal di recente costruzione. 

“Un nuovo salotto per i cittadini di Hong Kong e i suoi visitatori,” così Luke Fox, a capo dello studio e Senior Executive Partner, ha definito l'estensione dell'Ocean Terminal.

Courtesy photo: Foster + Partners

La nuova piazza per la metropoli è stata ottenuta “introducendo una nuova serie di ambienti pubblici”. Il progetto si caratterizza infatti per le terrazze a cascata che arrivano a bordo acqua e che offriranno a residenti e turisti una visuale ampia 270 gradi, dalla Penisola di Kowloon a nord-est fino alla Causeway Bay (a sud-est). Lo scopo delle terrazze a sbalzo non è solo estetico, ma climatico: ogni terrazza ombreggia quella sottostante dall’arsura del sole tropicale, in un sistema di balaustre studiate per accordarsi alla geometria generale. La struttura annovera anche negozi, aree relax e spazi per mangiare all’aperto: l’intenzione del progetto era infatti di rispettare le abitudini open-air degli abitanti di Hong Kong: per questo Foster + Partners hanno trasformato l’estremità del terminal in un polo di intrattenimento nel cuore dell’Harbour City.

Courtesy photo: Foster + Partners

La vera perla è all’esterno. Qui una grande gradinata fa da spazio per sedersi e ammirare i grattacieli. Ma i gradini si elevano su alzate in vetro, permettendo alla luce naturale di penetrare nell’atrio come un sistema di persiane. Infine, gli ambienti pubblici sono attraversati da un sistema di scale mobili che connette il livello del tetto a quello inferiore del molo: una sorta di spina dorsale che fonde armoniosamente il nuovo centro di transito nel vecchio terminal. 

Courtesy photo: Copyright 2017 Harbour City

fosterandpartners.com

LEGGI ANCHE:
Hong Kong, 9 mete di design imperdibili
L'hotel di lusso da cui si vede tutta Hong Kong
 La Hong Kong di Blade Runner vista da un fotografo


di Roberto Fiandaca / 21 Novembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Pistoia Reloaded

Itinerario alla scoperta del volto contemporaneo della città

itinerari

[Architettura]

Gli occhi delle torri

Le foto di Laurent Kronental scattata dalle Tours Aillaud

costume

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Lo stadio smontabile

Mondiali Qatar: Fenwick Iribarren realizza uno stadio fatto di container

Architettura contemporanea

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

[Architettura]

La Beirut segreta

Elegante e resiliente, la capitale del Libano in un tour da intenditori

Itinerari

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web