ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Green architecture: una villa in Olanda dalla vocazione ecologica

Vivere in città in un'abitazione low impact, con involucro in legno, pannelli solari e un sistema di recupero dell'acqua piovana. Ad Amsterdam, nel quartiere di IJburg

In Olanda sono sempre di più i progetti di green architecture, anche in ambito residenziale. Ne è un esempio questa villa dalla spiccata vocazione ecologica, realizzata dallo studio olandese MeesVisser ad IJburg, quartiere residenziale di Amsterdam in via di sviluppo.


Rivestita da un involucro in legno grezzo, l'abitazione su quattro livelli – nella quale abita una coppia con due bambini – ottimizza l'apporto di luce naturale grazie alla scelta di ampie vetrate a tutt'altezza, che aprono la vista in ogni ambiente. I pannelli solari sul tetto dimezzano i costi energetici, mentre un sistema di recupero dell'acqua piovana aiuta ad abbattere gli sprechi.



L'apertura verso l'esterno è la parola chiave del progetto: sul lato Nord, le finestre guardano al fiume IJ di Amsterdam, mentre a Sud affacciano sul giardino con orto e altalena. Balconi e verande enfatizzano la relazione tra architettura e outdoor.

A basso impatto ambientale e low cost, la villa, ampia 240 metri quadrati, cela interni dal sapore nordeuropeo.
 Gli architetti hanno creato un'atmosfera serena e spazi di vita confortevoli: nelle varie stanze, dalla cucina al pianterreno alla zona notte posta sugli ultimi due livelli, pochi arredi selezionati, rivestimenti di legno grezzo a vista e una palette di colori tenui e luminosi.
 Qua e là, pezzi di modernariato scandinavo riscaldati da un plaid o da una pelliccia bianca dal gusto scandinavo. E nella dining room total white quattro sedute-icona DSW Chair di Vitra.



A completare il progetto, uno spazio al piano terra dedicato alle biciclette. Immancabile in una città bike friendly come Amsterdam.



www.meesvisser.com


di Marzia Nicolini / 16 Settembre 2015

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

[Architettura]

The Tablet Effect

La lotta per la sopravvivenza dei chioschi di giornali

Costume

[Architettura]

L’Iran che non ti aspetti

Piccola guida in 4 tappe alla scoperta della nuova Persia

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web