ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

L'hotel dei veri bohémien è in Belgio

17 camere tailor made tra design e arte nell'Hotel Pilar di Leopold de Waelplaats ad Anversa dell'architetto Sam Peeters

00-hotel-pilar-anversa-leopold-de-waelplaats
© Evenbeeld

Nell’angolo più luminoso della Piazza Leopold de Waelplaats di Anversa la scorsa settimana è stato inaugurato l’Hotel Pilar, location destinata a diventare nuovo polo attrattivo della Città.

 

 

17 camere incastonate tra le pareti di un antico edificio, bianco fuori e colorato dentro, che si chiama come la barca di Ernest Hemingway. Ma Pilar non è solo un albergo, e come sarebbe mai potuto esserlo nel brioso quartiere Het Zuid? I suoi fondatori Sam Peeters e Christophe Ysewyn, rispettivamente architetto e manager, lo definiscono “una casa eclettica lontano da casa”. Così l’Hotel Pilar, sulla falsa riga degli esempi più interessanti dell’hotelerie alla moda, mixa accoglienza, intrattenimento, shopping e ristorazione. È un posto dove puoi dormire, lavorare, fare meeting, fare shopping, mangiare e rilassarti. Ma è anche una piattaforma che si evolverà continuamente nel corso degli anni per accogliere nuove opportunità e interessi.

 

Cuore pulsante dell’Hotel Pilar è il foodbar della lobby, tappa obbligata per la colazione o per un pranzo healthy. Ma perché non intrattenersi in questo locale, pieno di opere d’arte e objet trouvé, anche per un peccaminoso piacere pomeridiano o per una cena conviviale? I piatti sono ricercati come gli arredi e mischiano ingredienti e tradizioni da tutto il mondo spaziando sorprendentemente dal croque monsieur à la Parisienne alla ceviche.

 

 

 

Ma saliamo le scale e passiamo alle camere: ce ne sono 17, distribuite su tre piani. Qui ogni suite è un unicum e presenta soluzioni tailor made sia nel design che nelle opere d'arte e negli arredi che si possono acquistare direttamente. Dettagli distintivi di ogni camera sono le insolite vasche di design dei bagni e i copriletti colorati che rivelano quale tipo di stanza hai scelto.

Grazie alla posizione dell'Hotel alle sue grandi finestre, ogni camera gode di una splendida vista ininterrotta sul Museo Reale delle Belle Arti e regala scorci mozzafiato della città di Anversa.

LEGGI ANCHE:

Citterio e Viel autori del nuovo Elle Decor Grand Hotel

La Raia, nuovo resort nella campagna piemontese

Shelter o Loft? Dalla Danimarca l'hotel che non ti aspetti


di Pietro Terzini / 20 Novembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Quanto conosci Frank Lloyd Wright?

Un ritratto fotografico in 532 edifici, molti dei quali dimenticati

Costume

[Architettura]

Pistoia Reloaded

Itinerario alla scoperta del volto contemporaneo della città

itinerari

[Architettura]

Gli occhi delle torri

Le foto di Laurent Kronental scattata dalle Tours Aillaud

costume

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Lo stadio smontabile

Mondiali Qatar: Fenwick Iribarren realizza uno stadio fatto di container

Architettura contemporanea

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web