ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

House vision: da Kengo Kuma a Muji, in Giappone la casa del futuro

Appena inaugurata a Tokyo, una mostra propone idee e soluzioni per abbattere i confini tra architettura e tecnologia

Con un progetto di allestimento curato da Kengo Kuma, House Vision – piattaforma panasiatica di ricerca e sviluppo pluridisciplinare lanciata e co-curata dai designer Kenya Hara e Sadao Tsuchiya – esplora il mondo dell'abitare per costruire una visione del futuro con la casa e l'industria edilizia a fare da collettore.  

Il percorso all'aperto sviluppato da Kengo Kuma accanto alla Stazione di Aomi per la seconda edizione della mostra (la prima tre anni fa, nel 2013) raccoglie le idee di un gruppo sostanzialmente più nutrito di aziende e studi di architettura, che insieme hanno lavorato a proposte inedite e curate nei dettagli per mostrare con significativo realismo un futuro che in un vicino domani potrebbe essere alla portata di tutti.

Tra i nomi coinvolti Sou Fujimoto, Kengo Kuma, Atelier Bow Wow, Shigeru Ban e Go Hasegawa che hanno collaborato con realtà importanti di settori diversi come, rispettivamente, Daito Trust Construction, Toyota, Muji, Lixil e Airbnb.

Presentata a Venezia all'interno dell'evento collaterale Across Chinese Cities – China House Vision (leggi anche → Alla Biennale di Venezia, la mostra Across Chinese Cities) e inaugurata a Tokyo pochi giorni fa, House Vision ha scelto quest'anno il tema “Co-dividual – Split and Connect / Separate and Come Together”con l'obiettivo riflettere sulla creazione di nuove connessioni tra gli individui. Si tratta di un aspetto particolarmente importante per un paese come il Giappone – alle prese con la stagnazione economica, una popolazione in diminuzione, una società che invecchia, una serie di catastrofi naturali e l'aumento degli attriti nella comunicazione interpersonale.

Prendendo la casa come punto di partenza House Vision propone potenziali soluzioni per molti temi legati all'abitare – tra cui l'energia, le comunicazioni, la mobilità, l'invecchiamento della società, il rapporto tra urbano e rurale, e la conservazione dei sistemi di uso del suolo tradizionali – attraverso progetti a volte visionari a volte rivoluzionari nella loro semplicità, ma anche attraverso un modello di pensiero che non si preoccupa di scardinare le convenzioni per affrontare la progettazione con occhi nuovi.

house-vision.jp/en

fino al 28 agosto 2016
Aomi Station, Odaiba, Tokyo

SCOPRI ANCHE:
 A Pechino la nuova casa da tè di Kengo Kuma
Japan Architecture in mostra alla Triennale di Milano
Un building a Tribeca firmato Shigeru Ban


di Carlotta Marelli / 2 Agosto 2016
tags:

mostre , Tokyo , Kengo Kuma

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Grattacielo di legno

Sembrava impossibile, ma lo stanno per fare

progetti

[Architettura]

Alba albanese

Tutti i motivi per cominciare a programmare le vacanze in Albania

Travel

[Architettura]

Il sacro geometrico di Siza

L'architetto firma la chiesa di Saint Jacques de la Lande a Rennes

edifici pubblici

[Architettura]

The World is back

L'ultima follia di Dubai riemerge con un progetto di rilancio

Progetti

[Architettura]

Cani e gentrification

Cosa ci insegnano i cani di NYC, indicatori di una città che cambia

Costume

[Architettura]

Comfort zone

Aeroporti d'autore: a Oslo il primo terminal per farti star bene

edifici pubblici

[Architettura]

Il grattacielo 4.0

Carlo Ratti e BIG insieme per un grande progetto green a Singapore

progetti

[Architettura]

I giardini degli altri

Giardini giapponesi in giro per il mondo

Travel

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali