ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

IKEA esplora l'architettura parametrica con gli artigiani digitali

Nello SPACE10 di Copenaghen artigianato e produzione digitale per tracciare il futuro del design

ikea-architettura-parametrica-space10-copenaghen

IKEA e l’architettura parametrica dell’era digitale: mai fidarsi delle apparenze. Il design del futuro sembrerà realizzato dai più fini artigiani, ma in realtà sarà il prodotto di stampanti 3d e macchine computerizzate. Almeno secondo SPACE10, il future-living lab del colosso svedese a Copenaghen.

Inganno lecito?  La risposta affermativa arriva da tre giovani designer - Yuan Chieh Yang, Benas Burdulis, e Emil Froege - che nell’avamposto danese di IKEA hanno presentato i loro progetti manifesto. Un mix di modellazione parametrica, produzione digitale e ispirazione Arts and Crafts.

La tesi sostenuta dal trio è volta a dimostrare come, grazie ai software parametrici e alla digitalizzazione dei processi produttivi, sia possibile rispolverare antichi sistemi costruttivi, nonché i defunti elementi del linguaggio classico.

Proposta paradossale, se si considera che proprio questi elementi nel secolo scorso sono stati spazzati via dal Movimento Moderno perché considerati obsoleti, ma allo stesso tempo motivata. 

L'indiscutibile qualità dell'architettura classica e l'estinzione dell'artigianato in essere, muovono i tre progettisti ad affermare la necessità di ibridazione tra classicismo, artigianalità e digitalizzazione. Il risultato? Un'architettura e un design dalla qualità più alta, più umana, handcrafted senza esserlo.

Così, partendo dal minimo comune denominatore dell’architettura parametrica e della produzione computerizzata, gli antichi incastri giapponesi, le modanature classiche e le lampade realizzate dai tre "artigiani digitali" presso lo SPACE10 sfidano le forme avveniristiche del design contemporaneo.

Inserendosi nel dibattito più che mai attuale sul rapporto tra progettazione parametrica, artigianato e digitalizzazione, IKEA offre un punto di vista inedito. Inoltre, la vocazione alla sperimentazione e allo scouting dei giovani talenti dell’innovazione, confermano IKEA tra i principali player nella definizione del design del futuro.

space10.io

SCOPRI ANCHE:

I tuoi mobili Ikea valgono una fortuna

Se sogni un mondo green prova l'orto urbano  di Ikea e Space 10

Chi è Virgil Abloh e cosa c'entra con la borsa Ikea più discussa del momento?

 


di Pietro Terzini / 11 Luglio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Grattacielo di legno

Sembrava impossibile, ma lo stanno per fare

progetti

[Architettura]

Alba albanese

Tutti i motivi per cominciare a programmare le vacanze in Albania

Travel

[Architettura]

Il sacro geometrico di Siza

L'architetto firma la chiesa di Saint Jacques de la Lande a Rennes

edifici pubblici

[Architettura]

The World is back

L'ultima follia di Dubai riemerge con un progetto di rilancio

Progetti

[Architettura]

Cani e gentrification

Cosa ci insegnano i cani di NYC, indicatori di una città che cambia

Costume

[Architettura]

Comfort zone

Aeroporti d'autore: a Oslo il primo terminal per farti star bene

edifici pubblici

[Architettura]

Il grattacielo 4.0

Carlo Ratti e BIG insieme per un grande progetto green a Singapore

progetti

[Architettura]

I giardini degli altri

Giardini giapponesi in giro per il mondo

Travel

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali