ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Vivere in un'ex falegnameria a Londra

Ristrutturare uno spazio industriale: colori fluo e arredi in legno per una casa in stile nordico

Una piccola casa di città nel cuore dell'East End di Londra. L'hanno realizzata i designer danesi di Studiomama, dando nuova vita a quello che un tempo era un laboratorio di falegnameria.

L'ex atelier da tempo in stato di abbandono è situato in una location affascinante: un piccolo vicolo in ciottoli proprio dietro Bethnal Green Road. I progettisti hanno voluto creare un locale abitabile sfruttando l'altezza dei soffitti e creando un ambiente su tre livelli, tra i quali uno con soppalco.

L'impronta scandinava dei designer è evidente all'interno grazie a uno schema costruttivo che suddivide l'appartamento in diversi "contenitori" in legno, in grado di ottimizzare lo spazio disponibile con razionalità. Il piano terra accoglie la zona giorno, sviluppata in ingresso, cucina e angolo relax, con mobili custom made in larice non trattato disegnati da Studiomama e realizzati da artigiani locali. Una scala conduce al primo piano, dove un volume cubico sempre in legno diventa una confortevole nicchia dove dormire in due. Accanto, un bagno declinato in un vivace giallo canarino. 



Una scala a pioli conduce al livello soppalcato. Qui, trova spazio una seconda camera da letto - in questo caso più "tradizionale" rispetto al rifugio al primo piano -, un angolo per lo studio e una seconda stanza da bagno, piccola, ma funzionale.



Su una base cromatica neutra dettata dai rivestimenti, si inseriscono squarci di colore grazie agli accessori e ai pezzi di design firmati da Studiomama (che all'attività di architetti affiancano quella di designer). L'ispirazione? Un mix tra Inghilterra e Scandinavia, con una propensione per le forme e i colori degli anni Sessanta.



Info:
www.studiomama.com


di Marzia Nicolini / 17 Ottobre 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web