ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il nuovo villaggio di MAD in un sito UNESCO della Cina

Linee organiche per un complesso residenziale avveniristico che si ispira alle montagne e ai campi da tè

Huangshan Mountain Village, il nuovo progetto di MAD
Fernando Guerra

Lo studio Mad si è trovato ad affrontare un tema complesso: come si costruisce in un sito protetto dall’UNESCO? Siamo in Cina, precisamente Huangshan, località situata nella provincia di Anhui, che ospita le montagne più belle del paese. Tradizionalmente i panorami mozzafiato della zona hanno ispirato generazioni di artisti e pittori che abitualmente si ritiravano da queste parti non solo per lavorare, ma anche per concedersi pause contemplative e di riflessione.

Questo luogo incontaminato, tuttavia, è rimasto segreto per ben poco. Negli ultimi anni infatti la sua tranquillità e una natura rigogliosa lo hanno reso una destinazione turistica sempre più in voga. È emersa così la necessità di costruire nuove abitazioni per i turisti. Ad aggiudicarsi l’incarico per la realizzazione del “Huangshan Mountain Village” è stato proprio lo studio MAD guidato da Ma Yansong.

Questo progetto, completato di recente, rientra in un masterplan molto più ampio volto a trasformare l’area attorno al lago Taiping in una località turistica ben attrezzata.

Il concept alla base dell’intervento non poteva non considerare la topografia e le bellezze naturali di Huangshan e trae così ispirazione dai suoi rilievi montuosi. Proprio come le cime frastagliate delle montagne variano in altezza e forma così fanno anche i volumi del complesso, attenti a conservare il profilo originale dei rilievi circostanti. La relazione dinamica che si crea tra i dieci edifici che compongono l’Huangshan Mountain Village genera un nuovo tipo di agglomerato residenziale, in cui l'architettura diventa natura e la natura si dissolve in architettura: una sorta di architettura organica contemporanea.

E proprio tenendo fede ai principi dell’architettura organica, in tutti gli edifici ogni livello è diverso da un altro ed è disegnato da linee ispirate ai campi da tè e alle montagne nelle vicinanze.

 

Gli appartamenti del "Huangshan Mountain Village" sono stati immaginati come tranquilli ritiri. Ognuno vanta un ampio balcone in cui il confine tra interno ed esterno è reso labile da grandi vetrate scorrevoli.

L’idea degli architetti è stata quella di stimolare l’outdoor living, dando agli abitanti la sensazione di non essere solo osservatori dello scenario che li circonda, ma di essere effettivamente immersi in esso, creando un dialogo con le montagne, il lago e il cielo.

A concludere il progetto il disegno dei percorsi di collegamento, che è stato determinato dal paesaggio così che questi potessero correre tra gli alberi e l'architettura, offrendo un accesso unico ad un sito prezioso.

LEGGI ANCHE:

Mad, la nuova architettura organica arriva dalla Cina

Curva è bella, una casa moderna in una terra antica

Hai sempre sognato una casa di Frank Loyd Wright


di Pietro Terzini / 16 Novembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Quanto conosci Frank Lloyd Wright?

Un ritratto fotografico in 532 edifici, molti dei quali dimenticati

Costume

[Architettura]

Pistoia Reloaded

Itinerario alla scoperta del volto contemporaneo della città

itinerari

[Architettura]

Gli occhi delle torri

Le foto di Laurent Kronental scattata dalle Tours Aillaud

costume

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Lo stadio smontabile

Mondiali Qatar: Fenwick Iribarren realizza uno stadio fatto di container

Architettura contemporanea

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web