ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il mausoleo di Adolf Loos secondo Sam Jacob

Il monumento sepolcrale pensato e mai realizzato dal precursore dell’architettura moderna prende vita

mausoleo-adolf-loos-ricreato-sam-jacob-studio
Sarah Duncan Photos

Il mausoleo disegnato da Adolf Loos nel 1921 per lo storico dell’arte Max Dvorák e mai costruito ha preso finalmente forma nel cimitero di Highgate a Londra grazie a un progetto di Sam Jacob Studio.

La tomba, denominata A Very Small Part of Architecture, replica il progetto originale dell’architetto austriaco, nell’allestimento temporaneo commissionato da Architecture Foundation.

Il monumento sepolcrale pensato dal precursore dell’architettura moderna, un volume in blocchi di pietra scura che ricorda le ziggurat dell’antica Mesopotamia, è stato ricreato in scala 1:1 con una struttura, però, in legno, più leggera e rivestita da una rete per ponteggi. Si potrebbe dire “una rievocazione spettrale di un’idea architettonica mai realizzata”, come commenta il progettista britannico Sam Jacob (leggi anche → Passare la notte di Halloween nel castello di Dracula).

Costruito in occasione di una riflessione sul tema della perdita e della rinascita, organizzata dalla fondazione di architettura con sede a Londra, il padiglione funebre ‘risorto’ - è il caso di dirlo - evoca nel nome il pensiero di Loos, riportato nel saggio Architektur del 1910. Secondo l’architetto austriaco solo una piccolissima parte dell’architettura appartiene all’arte: il sepolcro e il monumento.

In questa logica, all’interno dello storico cimitero londinese (aperto nel 1839), nel quale ha trovato sepoltura, fra gli altri, Karl Marx, A Very Small Part of Architecture differisce da ogni altro monumento che commemora la morte, spiega Sam Jacob.

“Non è dedicato a una persona, a un evento o a un particolare momento, non è nemmeno progettato per ricordare il passato. Piuttosto, è disegnato per immaginare altre possibilità, presenti alterati e futuri alternativi”.

www.samjacob.com

LEGGI ANCHE:

Una singolare casa degli orrori celebra Halloween e le elezioni presidenziali a Brooklyn
Per Halloween accessori e arredamento arancione tornano alla ribalta


di Silvia Airoldi / 29 Ottobre 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Metti in cantiere di sfilare

Al Lirico di Milano l'iniziativa Cantiere-evento con la sfilata di Marras

costume

[Architettura]

Alla scoperta del Villaggio Crespi

A pochi chilometri da Milano, il villaggio industriale della famiglia Crespi

itinerari

[Architettura]

Modernismo on the beach

Viaggio a Fire Island, la terra promessa degli anni '70

Itinerari

[Architettura]

Tour Montparnasse, reloaded

Il nuovo progetto per la Tour Montparnasse? Naturalmente green.

progetti

[Architettura]

Sostenibilità newyorkese

Su Roosevelt Island il nuovo centro Bloomberg progettato da Morphosis

uffici di design

[Architettura]

Zaha Hadid segreta

A Praga i 50 progetti mai visti di un genio creativo

Zaha Hadid

[Architettura]

The Deuce, Time Square 1980

30 anni e una rivoluzione nel cuore della Grande Mela

progetti

[Architettura]

Casa Emercency a Milano

Una vecchia scuola abbandonata rinasce nel progetto di TAMassociati

edifici pubblici

[Architettura]

Al Louvre Abu Dhabi 7850 stelle

Il museo disegnato da Jean Nouvel apre negli Emirati

Musei

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web