ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il municipio di Utrecht è un'architettura contro il consumo di suolo

Lo Studio Kraaijvanger costruisce un edificio sospeso sopra la ferrovia più grande dei Paesi Bassi, all'insegna della trasparenza e della flessibilità

municipio-utrecht-contro-il-consumo-di-suolo-hall

Il nuovo palazzo comunale di Utrecht in parte a fianco e in parte sopra la stazione centrale, le grandi dimensioni del progetto dello Studio Kraaijvanger hanno richiesto una vera e propria "ecologia urbana". Foto Stijn Poelstra

Il nuovo municipio di Utrecht porta la firma dello studio di architetti Kraaijvanger ed è sospeso sopra la ferrovia per ridurre il consumo di suolo.

Il comune della cittadina olandese, committente del progetto, ha scelto per l’edificio una posizione centralissima ma piuttosto complessa: in parte a fianco e in parte sopra alla nuova stazione ferroviaria, la più grande del paese e punto nevralgico del traffico su binari. Fornire l'accesso ad entrambi gli edifici pubblici è stata una delle sfide che gli architetti dello studio Kraaijvanger, basato a Rotterdam ma con clientela internazionale, hanno accolto con entusiasmo per poi rendersi conto che progetto era reso ancora più complesso da un ulteriore fattore, lo snodo rappresentato dai collegamenti degli autobus con la linea di tram veloci e metro di superficie. Ogni utente aveva interessi diversi e a volte addirittura opposti.

Foto Stijn Poelstra 

 

Foto Ramon Mosters/Jurien Drenth

Lo spettacolare risultato ha tenuto conto di tutte le diverse esigenze e le ha messe sorprendentemente d’accordo elevando l’edificio rispetto al manto stradale e situando ai piani inferiori del palazzo comunale l’area destinata alle funzioni pubbliche: 2.500 work location sufficienti per oltre 3.200 lavoratori. In questo modo, gli architetti hanno trovato una soluzione intelligente che armonizza questo hub dei trasporti, ricollega i tessuti e riduce l'uso di suolo, un bene scarso su cui si concentrano molti sforzi di chi si occupa di sostenibilità ambientale.

Foto Stijn Poelstra

Incentrato su un’idea di trasparenza, l’edificio mostra apertamente le fasce di rinforzo ben visibili sulla facciata mentre la torre sud sembra un corpo a sé stante ancorato in solo pochi punti al resto dell’edificio.

Foto Stijn Poelstra

Le grandi dimensioni del progetto hanno richiesto una vera e propria "ecologia urbana" e in ogni planimetria gli architetti hanno dovuto tenere conto dell’incursione della luce naturale sfruttando la trasparenza per accrescere la luminosità dei locali. 

Foto Stijn Poelstra

Gli interni dell’Utrecht City Office sono stati progettati per uffici moderni con aree di lavoro relativamente flessibili: per esempio il sesto, undicesimo e ventunesimo piano sono stati pensati come delle piazze dove incontrarsi e poter organizzare colazioni e riunioni di lavoro. 

Foto Ramon Mosters/Jurien Drenth 

Per fare questo non solo sono state create aree aperte ma anche soffitti molto alti che possano accentuare l’idea di spazi esterni. Per gli arredi si è optato per colori vivacissimi e forme spesso ludiche che ben contrastano con la sobrietà monocromatiche degli interni.

Foto Ramon Mosters/Jurien Drenth 

www.kraaijvanger.nl

www.visit-utrecht.com

SCOPRI ANCHE:
 Il nuovo municipio di Saint Jacques de la Lande
 L'imponente edificio di OMA a Rotterdam


di Paola Testoni / 26 Settembre 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Il pollaio? Sì, ma minimalista

Dopo questa chicken coop 2.0 la fattoria non sarà più la stessa

arredi outdoor

[Architettura]

Nuovo polo creativo a Miami

Un grande volume bianco firmato Oma porta la cultura a Mid Beach

musei

[Architettura]

Una scuola très chic

L'inconfondibile gusto francese di Jacques Ferrier a Pechino

Architettura contemporanea

[Architettura]

Il nastro cinese di Möbius

Un enorme anello di vetro e acciaio spicca nel Chaoyang Park di Pechino

uffici di design

[Architettura]

La mecca del design a Londra

Il nuovo London Design Museum nel quartiere di Kensington

musei

[Architettura]

Vivere in garage

Andy Martin trasforma un rifugio per auto in una casa moderna

restyling

[Architettura]

2 architetti per gli USA

Barack Obama sceglie Frank Gehry e Maya Lin

Premi

[Architettura]

Il ponte infinito

A Changsha un’infrastruttura oltre i confini dell’immaginazione

Architettura contemporanea

[Architettura]

Casa sulla cascata

Una grande villa in legno e granito ispirata alla casa di Wright

architettura contemporanea

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web