ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

MVRDV e COBE insieme per Ragnarock, museo del rock in Danimarca

Appena inaugurato a Roskilde il nuovo tempio della musica rock, con una facciata tempestata d'oro

Progettato da MVRDV e COBE, e appena inaugurato dall'erede al trono Federico di Danimarca, Ragnarock è il nuovo museo della musica rock di Roskilde.

Il museo, con la sua splendida facciata tempestata d'oro e l'audace auditorium a sbalzo, ha aperto le sue porte per offrire ai visitatori un'esperienza rock e coinvolgente.

Si pone come l'incarnazione architettonica della musica rock, progettato per ispirare una nuova generazione di musicisti, artisti e professionisti creativi. L'edificio, con il suo sbalzo colossale, oltre al museo ospita un auditorium, i servizi amministrativi e un bar. Il volume tempestato d'oro sarà il front-man di un più ampio masterplan di 11.000 mq, ROCKmagneten, che trasformerà le fabbriche di cemento esistenti in un quartiere per la musica rock e la cultura giovanile, con l'aggiunta di altri due edifici, un nuovo liceo e la sede per il Roskilde rock Festival.

Progettato per il Danmarks Rockmuseum, Ragnarock impatta sul sito esistente il meno possibile per preservare il carattere grezzo e informale del luogo, che è stato, ed è tuttora, utilizzato da skater e artisti. La nuova struttura si inserisce tra le fabbriche, sostenuta da quattro attacchi a terra che conducono i visitatori fino al museo e all'auditorium superiore. Un divario chiaro, identificato da una separazione dei materiali, distingue il vecchio e il nuovo: cemento grezzo in contrasto con borchie rosso vivo. La combinazione di materiali irradia un'atmosfera rock: dalla facciata costellata di alluminio anodizzato color oro, che rende omaggio ai grandi cantanti di tutta la storia di questo genere musicale, all'interno rosso vivo, che ricorda il morbido velluto di una custodia per chitarre.

“Ragnarock è la traduzione della musica rock in architettura; l'energia, la sfida, la presa di posizione. Forte e diretta!”, dice il socio fondatore di MVRDV Jacob van Rijs, “Non si tratta solo di estetica: il rapporto tra Ragnarock e gli spazi esistenti crea un ambiente pensato per crescere una nuova generazione di stelle del rock in un ambiente estremamente creativo.”

I visitatori sono coinvolti in un viaggio nella vita di una rock star, combinando un museo tradizionale con mostre coinvolgenti. Il tappeto rosso di benvenuto, l'ascesa alla fama fino allo spazio delle performance audacemente sospeso in aria, e la caduta inevitabile fino al bar. “Camminando verso l'edificio dorato sul tappeto rosso ogni visitatore si sentirà in una star", continua Jacob van Rijs. Ragnarock è anche spazio per eventi all'aperto, con performance e concerti che possono svolgersi sia nella grande piazza pubblica sia tra i capannoni industriali ristrutturati. Lo sbalzo d'oro sfida la gravità in vero stile rock and roll e si impone nel paesaggio non solo come landmark del museo ma anche, in futuro, dell'intero ROCKmagneten.

www.mvrdv.nl

SCOPRI ANCHE:
Gli MVRDV e il Crystal House di Amsterdam
The Infinity Kitchen
→ Markthal: un progetto di studio MVRDV a Rotterdam
→ Una scala temporanea per festeggiare Rotterdam


di Carlotta Marelli / 9 Luglio 2016
tags:

musei

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Quanto conosci Wright?

Un ritratto fotografico in 532 edifici, molti dei quali dimenticati

Costume

[Architettura]

Pistoia Reloaded

Itinerario alla scoperta del volto contemporaneo della città

itinerari

[Architettura]

Gli occhi delle torri

Le foto di Laurent Kronental scattata dalle Tours Aillaud

costume

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Lo stadio smontabile

Mondiali Qatar: Fenwick Iribarren realizza uno stadio fatto di container

Architettura contemporanea

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web