ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Nel Salento, una casa green di Massimo Iosa Ghini

Architetture d'autore: una masseria ecologica in pietra e legno nella campagna leccese

Isolata tra ulivi secolari e pini marittimi, a Salve, nel Salento, questa moderna masseria dalla vocazione green è un progetto firmato dall'architetto Massimo Iosa Ghini.

Luogo di fuga immerso nella campagna, la struttura è stata pensata in sintonia con il paesaggio. Il progettista ha infatti adottato tecniche di lavorazione e materiali autoctoni.


Realizzata utilizzando pietra locale Chianca per la pavimentazione esterna, pannelli di gres porcellanato per quella interna, tufo di Acquarica per i rivestimenti di facciata, pietra leccese per il camino, la casa si contraddistingue per la connotazione ecologica. Sistemi di brise-soleil, vetri basso emissivi, pergolati verdi e pannelli fotovoltaici assicurano un minimo impatto ambientale.

Sviluppata su un unico livello, su un terreno di oltre un ettaro, il disegno della planimetria è ispirato alle antiche masserie salentine. La vita domestica scorre tra gli interni, dai toni neutri e l'arredo minimal, e l'outdoor. Antistante l’ambiente living, un pergolato assicura un angolo di siesta ombreggiato.

Un vasto living di sei metri esposto a Sud forma un tutt’uno con la zona pranzo-cucina e diventa il centro di ritrovo della famiglia; su questo si affacciano quattro camere da letto, ciascuna dotata di guardaroba e servizi. La copertura piana, accessibile attraverso una scala esterna, conduce al belvedere panoramico sulla campagna e sul mare, poco distante. 

www.iosaghini.it


di Marzia Nicolini / 30 Luglio 2015

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web