ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Numeroventi, il palazzo storico di Firenze con i loft minimal degli artisti

Martino di Napoli Rampolla, Andrew Trotter e Alessandro Modestino Ricciardelli hanno creato un luogo per meditare, creare e soprattutto per abitare a Palazzo Galli Tassi

NUMEROVENTI 14 © Marina Denisova_preview cover
Marina Denisova ©numeroventi

Numeroventi nel cuore di Firenze è un luogo privilegiato dove artisti in residence hanno l’occasione di incontrare i creativi locali

A Firenze è nato Numeroventi uno spazio creativo all’interno dello storico Palazzo Galli Tassi. L’edificio situato nel cuore del capoluogo toscano in via de' Pandolfini, non ultimo di una splendida sequenza di edifici storici tra cui Palazzo Arrighi, Palazzo Medici-Tornaquinci e Palazzetto de' Rittafè, fu costruito nei primi anni del Cinquecento su degli edifici preesistenti. Il bellissimo cortile interno presente ancora alcune caratteristiche della struttura medievale come per esempio i pilastri ottagonali ed è caratterizzato da due scale laterali realizzate nella seconda metà del 18esimo secolo.

Una location da sogno anche negli interni caratterizzati da affreschi antichi e dagli alti, eleganti soffitti. Uno stralcio di storia ed arte che è stato ora trasformato da un singolare progetto di Martino di Napoli Rampolla e Andrew Trotter, direttore di Openhouse Magazine (già autore della Masseria Moroseta a pochi chilometri da Ostuni, in Puglia) che insieme al dinamico gestore del sito, Alessandro Modestino Ricciardelli, hanno voluto utilizzare questi ampi locali in un luogo creativo adatto per studi fotografici e residenza di design. Gli appartamenti-loft ospitano non solo uno studio per l'arte contemporanea ma diventa la residenza ideale, nel cuore di Firenze, per artisti locali e internazionali che lo possono utilizzare come spazio di co-living. Numeroventi è ospitato da Palazzo Galli Tassi, un elegante edificio costruito nel 1510 e ora rinnovato in stile minimalista scandinavo per massimizzare l'uso della luce naturale, con lo scopo di aprire nuovi percorsi di connessione tra artisti, arte e coloro che vengono a sperimentare entrambi.

Soffitti alti cinque metri, ampie finestre, design accurato e interventi artistici sono in grado, insieme, di far nascere una nuova esperienza espansiva di silenzio e contemplazione ideale per il lavoro creativo di un artista. Il sontuoso palazzo è stato in parte occupato da loft che permettono di vivere nel cuore di Firenze, conservando le condizioni di serena traquillità tipici di luoghi meno affollati, grazie anche ai loro interni che incoraggiano l'osservazione e la riflessione, permettendo agli ospiti di poter soffermarsi e di godere delle opere d'arte degli artisti in residence, che si avvicendano nel corso dell’anno: un’ulteriore maniera per riflettere sulla vita in continua evoluzione di Numeroventi. Lo spazio creato è anche l’ideale per servizi fotografici, mostre, cene, workshop e riunioni di lavoro grazie a questi eterni ampi dal sapore raw e contemporaneo che sanno convivere con i dettagli storici e artistici del glorioso passato.

Il programma Artists and Designers in Residence attira creativi non solo dall'Italia ma anche  dal resto del mondo, artisti che desiderano rimanere all'interno del Palazzo e renderlo, per un tempo, il loro studio e il loro spazio di vita, un luogo dove ispirarsi grazie allo stimolante  ambiente. Un luogo dove gli artisti in residence hanno l’occasione di incontrarsi con artisti e designer di Firenze, che arrivano naturalmente come visitatori abituali di Numeroventi, un luogo privilegiato dove condividere idee, tempo o semplicemente un pasto insieme.

Non a caso Martino di Napoli Rampolla e Alessandro Modestino Ricciardelli hanno pensato ad un lungo tavolo da pranzo dove ospiti e artisti possano incontrarsi e alimentare le loro idee assicurandosi così che il design d’interni e l'uso del Numeroventi funzionino a sostegno della creazione e della promozione di artisti a Firenze.

www.numeroventi.it


di Paola Testoni / 8 Gennaio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web