ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il nuovo Policlinico di Milano avrà un parco sul tetto, aperto a tutti!

Presentato a Milano il Nuovo Policlinico che avrà anche negozi, spazi espositivi e un grande parco sul tetto

nuovo-policlinico-milano

Il progetto del parco sul tetto del Nuovo Policlinico di Milano

Un ospedale, nel cuore di Milano, che avrà una galleria pedonale con negozi e un parco sul tetto, aperto al pubblico e grande come la superficie del Duomo: sarà il Nuovo Policlinico di Milano, presentato dall'architetto Stefano Boeri e dal presidente del Policlinico Marco Giachetti. 

Il progetto è nato dal risultato di un concorso pubblico vinto dall'ATI - Associazione Temporanea d'Imprese - guidata da Techint. Gli scavi sono iniziati ufficialmente nel marzo del 2016 e si prevede la posa della prima pietra nel 2018. Il tutto viene realizzato con un'opera di auto-finanziamento di 200 milioni di euro (sui 266 di costo complessivo) e senza interrompere nemmeno per un giorno l'attività di ricerca e di cura dell'attuale ospedale Policlinico di Milano. 

Ma di cosa si tratta? Accanto all'attuale Policlinico sarà realizzata un'unica struttura, capace di ospitare 900 posti letto. Questa sarà formata da due blocchi di 7 piani, uniti da un corpo centrale di 3 piani e con due piani interrati. Il Nuovo Policlinico sarà aperto al pubblico nel blocco centrale, a livello del piano terra. Qui ci sarà una piazza coperta, una galleria pedonale con negozi e servizi, oltre a un'area espositiva per mostre, convegni e iniziative varie aperte al pubblico. 

Punta di diamante del nuovo progetto: un grande giardino sopraelevato, sul tetto del corpo centrale, creato sul modello della High Line di New York (leggi anche Il futuro dei cavalcavia di Milano). Ospiterà percorsi di riabilitazione per pazienti, spazi protetti per le attività dei bambini, luoghi di relax per i famigliari dei degenti. E ancora, laboratori di cura dell'orto per pazienti oncologici, aree per la pet therapy, e spazi per praticare yoga e fitness pensati per gli anziani e le donne in gravidanza. Il tutto collegato direttamente con un ascensore, che permetterà l'accesso anche ai cittadini, senza passare dall'interno dell'ospedale.

 

Il nuovo ospedale sarà aperto e accessibile non solo ai pazienti e alle loro famiglie, ma a tutta la città. Cambia dunque il classico concetto di struttura sanitaria pubblica, realizzando tutta una serie di nuovi spazi e servizi. Come ha infatti spiegato Marco Giacchetti, "il progetto del Nuovo Policlinico non è solo la costruzione di un ospedale all'avanguardia nel centro della città, ma di un grande progetto con implicazioni su tutto il territorio cittadino da un punto di vista sociale, urbanistico, architettonico, culturale e ambientale". 

SCOPRI ANCHE:
→ I due volti di Milano secondo Stefano Boeri


di Maria Chiara Antonini / 6 Luglio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Il nuovo memoriale di Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un innovativo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[Architettura]

Ritorno al futuro a Dubai

Itinerario alla scoperta di una città che ha già un piede nel futuro

itinerari

[Architettura]

Un Museo della Romanità in Francia?

A Nîmes il progetto di de Portzamparc, tra storia e modernità

Musei

[Architettura]

Berlino città verticale?

Upper West Tower, cronache dalla Berlino dei grattacieli

costume

[Architettura]

Cosa vedere a Perugia

Viaggio tre le architetture contemporanee della città umbra

itinerari

[Architettura]

Mostri all'italiana

Le architetture abbandonate fotografate da Amélie Labourdette

costume

[Architettura]

Scuole di terra

L’architettura d'emergenza pensata da EAHR per i campi profughi

Architettura contemporanea

[Architettura]

Venezia città aperta

Chipperfield restaurerà le Procuratie Vecchie di piazza San Marco

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web