ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il nuovo Policlinico di Milano avrà un parco sul tetto, aperto a tutti!

Presentato a Milano il Nuovo Policlinico che avrà anche negozi, spazi espositivi e un grande parco sul tetto

nuovo-policlinico-milano

Il progetto del parco sul tetto del Nuovo Policlinico di Milano

Un ospedale, nel cuore di Milano, che avrà una galleria pedonale con negozi e un parco sul tetto, aperto al pubblico e grande come la superficie del Duomo: sarà il Nuovo Policlinico di Milano, presentato dall'architetto Stefano Boeri e dal presidente del Policlinico Marco Giachetti. 

Il progetto è nato dal risultato di un concorso pubblico vinto dall'ATI - Associazione Temporanea d'Imprese - guidata da Techint. Gli scavi sono iniziati ufficialmente nel marzo del 2016 e si prevede la posa della prima pietra nel 2018. Il tutto viene realizzato con un'opera di auto-finanziamento di 200 milioni di euro (sui 266 di costo complessivo) e senza interrompere nemmeno per un giorno l'attività di ricerca e di cura dell'attuale ospedale Policlinico di Milano. 

Ma di cosa si tratta? Accanto all'attuale Policlinico sarà realizzata un'unica struttura, capace di ospitare 900 posti letto. Questa sarà formata da due blocchi di 7 piani, uniti da un corpo centrale di 3 piani e con due piani interrati. Il Nuovo Policlinico sarà aperto al pubblico nel blocco centrale, a livello del piano terra. Qui ci sarà una piazza coperta, una galleria pedonale con negozi e servizi, oltre a un'area espositiva per mostre, convegni e iniziative varie aperte al pubblico. 

Punta di diamante del nuovo progetto: un grande giardino sopraelevato, sul tetto del corpo centrale, creato sul modello della High Line di New York (leggi anche Il futuro dei cavalcavia di Milano). Ospiterà percorsi di riabilitazione per pazienti, spazi protetti per le attività dei bambini, luoghi di relax per i famigliari dei degenti. E ancora, laboratori di cura dell'orto per pazienti oncologici, aree per la pet therapy, e spazi per praticare yoga e fitness pensati per gli anziani e le donne in gravidanza. Il tutto collegato direttamente con un ascensore, che permetterà l'accesso anche ai cittadini, senza passare dall'interno dell'ospedale.

 

Il nuovo ospedale sarà aperto e accessibile non solo ai pazienti e alle loro famiglie, ma a tutta la città. Cambia dunque il classico concetto di struttura sanitaria pubblica, realizzando tutta una serie di nuovi spazi e servizi. Come ha infatti spiegato Marco Giacchetti, "il progetto del Nuovo Policlinico non è solo la costruzione di un ospedale all'avanguardia nel centro della città, ma di un grande progetto con implicazioni su tutto il territorio cittadino da un punto di vista sociale, urbanistico, architettonico, culturale e ambientale". 

SCOPRI ANCHE:
→ I due volti di Milano secondo Stefano Boeri


di Maria Chiara Antonini / 6 Luglio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Quanto conosci Frank Lloyd Wright?

Un ritratto fotografico in 532 edifici, molti dei quali dimenticati

Costume

[Architettura]

Pistoia Reloaded

Itinerario alla scoperta del volto contemporaneo della città

itinerari

[Architettura]

Gli occhi delle torri

Le foto di Laurent Kronental scattata dalle Tours Aillaud

costume

[Architettura]

Just do it

Watts Towers: storia di un capolavoro italiano a Los Angeles

Travel

[Architettura]

La nuova vita di Detroit

Tra le strade della ex-Motor City rialzatasi grazie alla creatività

Itinerari

[Architettura]

Lo stadio smontabile

Mondiali Qatar: Fenwick Iribarren realizza uno stadio fatto di container

Architettura contemporanea

[Architettura]

Swing in Verticale

Herzog & de Meuron firma il suo primo grattacielo residenziale a NY

casa moderna

[Architettura]

Arte immersiva

Camminare dentro un quadro? A Parigi si potrà

progetti

[Architettura]

Steven Holl riscopre Scarpa

Grazie all'architetto americano riapre la Fondazione Masieri

progetti

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web