ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Questo osservatorio in Cina ha una vista da togliere il fiato

Il progetto Stage of Forest dello studio META-Project è una piattaforma triangolare in legno scuro e cemento, che si estende a partire dalla montagna affacciandosi sul pittoresco lago della provincia di Jilin

osservatorio-lago-songhua-lake-resort-cina
© Su Shengliang

L'osservatorio del Songhua Lake Resort progettato da META-Project in Cina, tra le colline di Jilin

Lo studio META-Project di Pechino ha realizzato un'osservatorio panoramico mozzafiato destinata al Songhua Lake Resort, destinazione turistica tra le montagne della provincia Jilin, in Cina, da cui godere il paesaggio del pittoresco lago Songhua, una delle mete preferite da chi ama la natura in questa regione del paese

Un progetto ambizioso, che unisce materiali tradizionali e design futurista, per godere a pieno della vista suggestiva. Nel sito, circondato da una ricca vegetazione in estate e coperto da una folta coltre di neve bianca in inverno, la piattaforma di osservazione è stata costruita come una sorta di "palcoscenico" di forma triangolare, e non pensando esclusivamente all'estetica dell'edificio.

Solo dopo un esame preciso e la constatazione delle condizioni del sito infatti, il progetto ha preso forma, con la priorità di ridurre al minimo l'impatto dell'osservatorio sulla vegetazione esistente e massimizzare la vista sul lago, adagiato tra le colline. Il "palcoscenico" si eleva gradualmente sopra il paesaggio ondulato, un po' come una foglia che galleggia sull'acqua, ed è raggiungibile da due percorsi: il sentiero nei boschi e la pista da sci. In questo modo, l'osservatorio non solo non ostruisce la vista sul lago e sulle montagne, ma migliora anche l'esperienza inducendo una tensione sempre mutevole tra l'edificio e il paesaggio circostante.

Tutte le foto: © Su Shengliang

Poiché la vista in lontananza e quella ravvicinata si trovano in due angolazioni diverse rispetto all'edificio, questo risulta in qualche modo la contorta combinazione tra la parte superiore dedicata all'osservatorio, in legno, e la sua base di cemento. In questo modo, la matericità ruvida  che lo caratterizza acquista una forma più sensuale, abbracciando la natura circostante. Visto da lontano, il "palcoscenico" è un monolite scuro, fluttuante nel paesaggio, con una base di cemento pesante e robusta. Avvicinandosi, il riflesso della luce sul cedro carbonizzato - seguendo la tradizione giapponese del Shou-Sugi-Ban -  diventa argenteo con l'angolazione dei raggi del sole, rendendo l'atmosfera ancora più surreale.

Arrivando all'osservatorio del Songhua Lake Resort attraverso la passerella della foresta, la superficie screpolata delle tegole e la trama del legno e del calcestruzzo diventano tangibili, continuando all'interno in una coreografia di volumi e geometrie che invitano a visitare i meandri dell'edificio. Sino all'improvvisa apertura sul lago tra le colline, reso ancora più magico dalla cornice architettonica che invita a scoprirne la bellezza.

www.meta-project.org


di Essia Sahli / 9 Febbraio 2018

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web