ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

A Gerusalemme gli studenti hanno costruito un padiglione di bambù stampato in 3d

Risultato di un corso estivo presso l'Accademia di Bezalel, l’etereo padiglione sospeso mostra le potenzialità della stampa 3D e le nuove frontiere dell’apprendimento

padiglione-bambu-stampa-3d-bezalel-academy
© Yifat Zailer

Un padiglione di bambù stampato in 3D: è il sorprendente risultato ottenuto dagli studenti dell'Accademia delle arti e del design di Bezalel a Gerusalemme. Dimenticate gli zaini pieni di libri e le interminabili ore di lezione in classe: oggi l’apprendimento passa attraverso la tecnologia e la sperimentazione, viste come vere forze trainanti della progettazione architettonica. E allora ecco che un corso estivo si trasforma in un'occasione di testare materiali, forme e concetti audaci, per dare vita a prototipi replicabili all'infinito. Come questo padiglione appunto, che dà il benvenuto a studenti, insegnanti e visitatori all'ingresso del Dipartimento di architettura di un’istituzione scolastica che ha nell’innovazione la sua mission.

Leggi anche → Bamboo design. I progetti di Samy Rio

© Yifat Zailer

La struttura, composta da due volumi rettangolari affiancati, è un delicato intreccio di giunchi di bambù tenuti insieme da corde, il tutto elaborato e stampato in 3D. Lo chiamano il padiglione sospeso, perché i fasci disposti verticalmente a diverse altezze non toccano terra, ma sembrano galleggiare nello spazio, come schegge sottili che trapassano il “tetto”, un reticolo fatto sempre di giunchi ma allineati orizzontalmente. Un paio di pilastri più robusti, sempre di bambù, si incaricano di sorreggerne il peso.

© Yifat Zailer

L'effetto è etereo e geometrico insieme, un equilibrio di vuoti e pieni che si avvantaggia di un sapiente gioco di luci ed ombre. Per le suggestioni che evoca e i materiali di cui è fatta, l'opera sembra parlare un linguaggio antico, reso però attualissimo. I visitatori sono invitati a camminare attraverso queste fitte “colonne”, appese a un soffitto impalpabile che lascia vedere il cielo, mentre la natura rigogliosa rivendica il suo spazio: un albero si insinua tra i fasci di bambù, divenendo idealmente il cuore di questo rarefatto labirinto, e macchie verdi avvolgono la struttura tutto intorno, a suggellare l'armonia tra il tocco umano e la natura.

© Barak Pelman

Per i giovani architetti e designer di domani si tratta invece della prova tangibile che lavorare concretamente ad un progetto condiviso è il modo più efficace e gratificante di imparare. Meglio ancora se ciò che ne deriva è un'opera ispirante nella sua semplicità pura e concettuale, che mette in evidenza le stupefacenti prospettive dell'architettura nell'era del 3D.

 

© Barak Pelman

www.bezalel.ac.il


di Elisa Zagaria / 27 Dicembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Grattacielo di legno

Sembrava impossibile, ma lo stanno per fare

progetti

[Architettura]

Alba albanese

Tutti i motivi per cominciare a programmare le vacanze in Albania

Travel

[Architettura]

Il sacro geometrico di Siza

L'architetto firma la chiesa di Saint Jacques de la Lande a Rennes

edifici pubblici

[Architettura]

The World is back

L'ultima follia di Dubai riemerge con un progetto di rilancio

Progetti

[Architettura]

Cani e gentrification

Cosa ci insegnano i cani di NYC, indicatori di una città che cambia

Costume

[Architettura]

Comfort zone

Aeroporti d'autore: a Oslo il primo terminal per farti star bene

edifici pubblici

[Architettura]

Il grattacielo 4.0

Carlo Ratti e BIG insieme per un grande progetto green a Singapore

progetti

[Architettura]

I giardini degli altri

Giardini giapponesi in giro per il mondo

Travel

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali