ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Vivere green in Brasile

Una villa che interagisce con l'esterno, grazie a patii, terrazze e un'area relax con piscina

Materiali naturali, un layout lineare e un forte senso di privacy. Ecco, in pillole, il progetto Terraville House realizzato dallo studio AT Arquitetura nel 2011. Situata in un quartiere residenziale di Porto Alegre, nel Brasile meridionale, l'abitazione unifamiliare si caratterizza per la connessione tra interno ed esterno e il generale rigore compositivo ricercato dal team di architetti brasiliani.


"Abbiamo voluto esplorare le diverse modalità e possibilità per collegare la casa al panorama circostante, ricreando uno spazio protetto e lasciando aperta la vista sulla laguna Lagoa dos Patos”, spiegano i progettisti.


Risultato: una struttura rettangolare di 350 metri quadrati, sviluppata su due livelli e organizzata in maniera razionale. Il piano terra ospita le aree giorno dedicate alla socialità, mentre al primo piano trovano posto le tre camere da letto, rivolte verso Nord e dotate di un accesso privilegiato a un patio panoramico.



Il segno distintivo del progetto è rappresentato da una parete in pietra naturale che corre dalla facciata al retro, organizzando gli spazi ed enfatizzando l'interazione tra architettura e natura.
 In tipico stile latino, la zona giorno guarda a un ampio portico protetto, da cui si accede al giardino con piscina rettangolare.



Infine, un'attenzione particolare è stata rivolta agli aspetti di sostenibilità del progetto: il tetto verde assorbe l'acqua piovana, che viene utilizzata per innaffiare il giardino. Inoltre, lo studio AT Arquitetura ha studiato l'orientamento dei locali, in maniera da sfruttare al meglio la ventilazione e l'illuminazione naturale, in un'ottica di minimo impatto ambientale.


di Marzia Nicolini / 9 Giugno 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Modernismo e utopia on the beach

Viaggio a Fire Island, la terra promessa degli anni '70

Itinerari

[Architettura]

Come cambierà la Tour Montparnasse

Il progetto di ristrutturazione della Tour Montparnasse? Naturalmente green.

progetti

[Architettura]

Sostenibilità newyorkese

Nasce su Roosevelt Island il nuovo centro Bloomberg progettato da Morphosis

uffici di design

[Architettura]

Zaha Hadid segreta

A Praga i 50 progetti mai visti di un genio creativo

Zaha Hadid

[Architettura]

The Deuce, Time Square 1980

30 anni e una rivoluzione nel cuore della Grande Mela

progetti

[Architettura]

Casa Emercency a Milano

Una vecchia scuola abbandonata rinasce nel progetto di TAMassociati

edifici pubblici

[Architettura]

Al Louvre Abu Dhabi 7850 stelle

Il museo disegnato da Jean Nouvel apre negli Emirati

Musei

[Architettura]

Lost Utopias, la fiaba di Expo

Quel che rimane delle World's Fair raccontato per immagini

libri di design

[Architettura]

La Biennale di Chicago

CAB 2017: L'architettura ha bisogno di guardare ancora al passato?

eventi

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web