ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

10 ragioni per visitare Rotterdam nel 2018

La città olandese è il vero hotstop anche nel 2018 e ha in riserbo tante sorprese trendy per chi la vuole visitare

rotterdam-cosa-vedere-2018
Courtesy of Rotterdam Partners

Una città cosmopolita che ama individuare e anticipare i trend del momento: Rotterdam vi sorprenderà anche nel 2018

Ormai icona architettonica e città trendy europea, Rotterdam ha dimostrato nel corso dei decenni ormai di saper coniugare una rinascita economica con un interesse precipuo per arte e cultura che l’ha resa la città all’avanguardia nei Paesi Bassi. Di vocazione multiculturale, Rotterdam ha saputo divenire nel corso degli anni la piattaforma olandese per eccellenza per l'architettura contemporanea, l'arte, il design e il lifestyle con un calendario ricchissimo di eventi culturali. Anche per il nuovo anno la città sulla Mosa ha in riserbo degli appuntamenti da non mancare assolutamente: ecco 10 cose da vedere a Rotterdam nel 2018.

1. La fiera del design Object: 9-11 febbraio 2018

La fiera annuale del design contemporaneo, che si svolge durante l'Art Rotterdam Week, promette di essere la più grande edizione di sempre. Quest’anno infatti sono oltre 100 i designer che espongono i propri oggetti all'avanguardia nei campi del design, dell'arte, dell'architettura e della moda. Situato nell'edificio storico Haka, una visita ad Object sarà anche l’occasione per dare un’occhiata ai vicini studi di famosi designer come Richard Hutten e Studio Roosegaarde che in quei giorni resteranno aperti al pubblico. I visitatori con un biglietto d'ingresso alla fiera hanno anche l'accesso gratuito alla torre Euromast, costruita nel 1960, che grazie alla sua cabina ad anello di vetro che sale e scende a spirale è il perfetto punto di osservazione a 360 gradi su tutta la città.

objectrotterdam.com

2. La mostra Iperrealismo: sculture alla Kunsthal 10 marzo-1 luglio 2018

Rem Koolhaas, uno degli architetti più innovativi dal punto di vista spaziale del mondo, progettò nel 1992 la Kunsthal, nel quartiere Museumpark di Rotterdam, più come un centro culturale che un vero e proprio museo. Soprannominata il museo senza collezioni, la Kunsthal, situata lungo Maasboulevard, è stata concepita come un volume suddiviso in quattro parti autonome create da due intersezioni: il risultato è una vera e propria raccolta di diverse gallerie e sale che consentono la massima flessibilità e la possibilità di ospitare mostre e attività singolarmente o collettivamente. Una di queste è la mostra Iperrealismo: sculture che presenterà una selezione unica di opere tridimensionali di tutti i più importanti scultori iperrealisti degli ultimi 50 anni. Si va dai primi pionieri americani, incluso George Segal, all'ascesa del movimento internazionale, rappresentato da Juan Muñoz (Spagna), Maurizio Cattelan (Italia) e Berlinde de Bruyckere (Belgio).

www.kunsthal.nl

3. New hotspot

L’edificio Industriegebouw è considerato un'icona del periodo ricostruttivo di Rotterdam, progettato dall’ormai leggendario architetto Hugh Maaskant nel 1952. Ora il complesso è stato restaurato con cura ed ospita lo studio di architettura MVRDV, il concept store Groos e molti ristoranti trendy come By Jarmusch e Alfredo's Taqueria. Il prossimo mese, l'attesissimo nuovo ristorante Héroine aprirà le sue porte, rendendo l'Industriegebouw uno degli ultimi hotspot della città.

Leggi anche → Markthal: un progetto di studio MVRDV a Rotterdam

www.mvrdv.nl

groosrotterdam.nl

4. Arte Extra-Large al Boijmans Van Beuningen Museum 10 febbraio-29 aprile 2018

Opere di dimensioni XL saranno esposte dal 10 febbraio al 29 aprile presso il Museo Boijmans Van Beuningen. Major Art è il frutto di una selezione accurata del conservatore ospite Carel Blotkamp che ha scelto tra le principali opere moderne della collezione del museo, quelle di maggior impatto visivo proprio per le loro dimensioni imponenti. Alcuni esempi sono: Driftwood circle di Richard Long, Notung di Anselm Kiefer e D'red Dwarf, B'lack Hole (2010) di Jim Shaw. Tra queste alcune superano i 5 metri di altezza e i 6 di larghezza e sono state tutte create a partire dagli anni Cinquanta in poi.

www.boijmans.nl

5. Unwired al Nederlands Fotomuseum 20 gennaio-6 maggio 2018

Il Nederlands Fotomuseum presenterà Unwired, una mostra di opere dell'artista visiva olandese Jacqueline Hassink, dal 20 gennaio al 6 maggio 2018. Una mostra singolare che ci vuole confrontare con la nostra attuale dipendenza da dispositivi mobili e ci ricorda il fondamentale bisogno umano di pace interiore. La mostra unisce due progetti: Unwired Landscapes e iPortrait, il primo ha portato l’artista olandese a girare per il mondo alla ricerca di luoghi senza copertura internet, il secondo ha voluto descrivere viaggiatori così profondamente coinvolti con i loro smartphone da sembrare completamente in un altro mondo.

www.nederlandsfotomuseum.nl

6. Il restauro di Untitled di Naum Gabo

Rotterdam è anche la città della scultura moderna, volute intensamente durante la ricostruzione postbellica da una cittadinaza conscia che la bellezza sarebbe stata una pedina vincente nella rinascita della città. Fra le oltre 500 sculture che ornano lo spazio pubblico di Rotterdam, troviamo anche Untitled, una delle più grandi opere del periodo costruttivo dello scultore russo Naum Gabo. Attualmente in restauro, verrà ripresentata al pubblico nella primavera del 2018, un’occasione in più per essere in città in quel momento.

www.sculptureinternationalrotterdam.nl

7. THOMS, il nuovo birrificio urbano, a partire da febbraio

Situato nella nuova Timmerhuis, recente progetto dello studio OMA di Rem Koolhaas, il ristorante THOMS sta attualmente costruendo un proprio birrificio, la cui apertura è prevista nel febbraio 2018. In aggiunta il birrificio venderà anche tutti i vari tipi di gin e di jenever, il tipico gin olandese da provare, che vengono distillati nelle aree di Rotterdam e della vicina Schiedam. Occasione eno-gastronomica da non perdere.

8. Esperienza di Art Cube, a partire da maggio 2018

Le cosiddette "case cubiche" -in olandese: kubuswoningen- sono una delle attrazioni turistiche più singolare della città ma soprattutto un progetto architettonico, caratterizzato da vari edifici a forma di cubi posti sullo spigolo, ideati negli anni settanta dall'architetto olandese Piet Blom. Una di queste iconiche Cube Houses sarà trasformata in un'esperienza di Art Cube. Un progetto, con apertura prevista per maggio, che racconta la storia di Rotterdam e che offre una vera esperienza con un'esposizione di artisti (locali) e arte visiva 3D.

www.kubuswoning.nl

9. Rotterdam celebrates!

Anno di celebrazioni e anniversari il 2018 per tutta la città olandese: a cominciare dalla Rotterdam Philharmonic Orchestra, nota a livello internazionale, che compirà il suo primo secolo di vita proprio quest’anno. Le faranno gli auguri l’iconico Hotel New York da 25 anni uno dei preferiti dai locals non solo per l’eccellente cucina ma anche per la sua singolare architettura, essendo ospitato nell'ex sede della Holland Amerika Line nel quartiere trendy di 'Kop van Zuid'. Da qui, dove migliaia di emigranti partirono per il Nord America nella speranza di una vita migliore, oggi si può assaggiare un’ottima cucina unita ad un servizio impeccabile: facile capire perchè il ristorante sia divenuto un hotspot della città. E per finire il 2018 è l’anno in cui la SS Rotterdam compie i suoi primi 60 anni: sei decenni di vita che hanno visto la nave costruita in puro stile 'Mad Men' gettare per sempre l’ancora e trasformarsi in uno dei più incredibili e lussuosi hotel cittadini, tutto da provare.

Foto: Claire Droppert

10. FG Okonomiyaki:il primo street food giapponese

Una ragione culinaria in più per visitare Rotterdam è la recente apertura di un locale di street food giapponese con qualità da Haute Cuisine. Si tratta infatti di FG Okonomiyaki dello chef premiato con una stella Michelin, François Geurds, che nel centro della città ha aperto un locale dedicato alla sua specialità cioè il pancake alla giapponese, senza latte ma a base di brodo di alga e ripieno di verdure, carne o pesce, i prezzi, molto abbordabili, partono da € 5.

fgokonomiyakibar.nl

Leggi anche → Winy Maas e 10 posti segreti di Rotterdam


di Paola Testoni / 18 Dicembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web