ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Tende da sole per esterni di ultima generazione?

Una casa-tenda in Australia rispetta ambiente, architettura e inquilini

tende-da-sole-per-esterni-esempio-casa-australia
CFJ

Un esempio virtuoso di tende da sole per esterno in una casa-tenda a Noosa in Australia dove i due elementi architettonici primari - recingere e coprire - si fondo e si confondono in un tutt'uno

Tende da sole per esterni di ultima generazione? A Noosa in Australia, poco a nord di Brisbane, sembra sia stato trovato il giusto equilibrio tra la voglia di natura e il confort abitativo grazie a a questa casa-tenda immersa in una foresta tropicale che permette ai proprietari di vivere in modo confortevole massimizzando il loro contatto con la natura.

Ma cosa vuol dire casa-tenda? Fondamentalmente unire le prestazioni di due soluzioni in un solo luogo: ad una struttura architettonica in vetro e acciaio gli architetti di Studio Sparks hanno sovrapposto un candido tendone per esterno che permette di sostituire il tetto vero e proprio che può essere aperto nella stagione calda.
Situato in un terreno che dall’oceano sale verso la collina, l’edificio utilizza questo sistema di tetto tenda parasole per incanalare l’aria fresca proveniente dall’oceano e creare una ventilazione naturale durante le caldissime estati subtropicali. Il progetto sfrutta al massimo la luce solare e la naturale ventilazione del luogo.

L'architettura si trasforma a seconda delle esigenze climatiche, funzionali e abitative: box di vetro ben isolato nel periodo invernale, fresca tenda da giardino nei mesi più caldi grazie alle pareti e alle porte scorrevoli che vengono aperte manualmente, e al tetto, che scompare in maniera automatica. Con la copertura completamente aperta la membrana della tenda diventa visibile dall’interno e crea un nuovo volume lasciando penetrare all’interno la luce in maniera totalmente differente.

Quando si decide di annulare i confini fisici della struttura aprendo porte e copertura, la vegetazione boschiva diventa essa stessa un elemento architettonico: una parete naturale che si allunga in uno spazio ibrido coperto all'aperto fino al giardino vero e proprio. La struttura dell’edificio - un semplice padiglione ad un piano costituito da spazi aperti e tre camere da letto - corre lungo la direttrice est-ovest permettendo così a tutte le camere di godere della vista migliore oltre a godere di tutti quei fattori di sostenibilità come l’orientamento solare e la posizione del volume rispetto alla vegetazione limitrofa.

Ma non è tutto qui. A proposito di sostenibilità bisogna anche aggiungere che persino l'acqua piovana viene raccolta e conservata in tre serbatoi appositamente costruiti per poi essere filtrata e riutilizzata nel sistema idrico della casa.

Oltre a ciò esiste un piccolo sistema fotovoltaico che permette di catturare la luce del sole conservandola tramite un apposito sistema di stoccaggio, il legno dei grandi alberi abbattuti per creare lo spazio per l’edificio sono stati riutilizzati per costruire porte e finestre e altri dettagli in legno massiccio come le maniglie delle porte.

www.sparksarchitects.com

SCOPRI DI PIU' → Speciale Garden & Outdoor 2017


di Paola Testoni / 14 Marzo 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Milano Arch Week 2018

Tutti gli eventi più interessanti del festival d'architettura

architettura, milano, milano arch week 2018

[Architettura]

Tutte le case della Regina

Elisabetta II ha una casa per ogni occasione... o quasi

costume

[Architettura]

Concerti per architetti

In giro per l'Europa alla scoperta di allestimenti scenografici

Travel

[Architettura]

L'hotel di Foster a Hong Kong

Una nuova idea di grand hotel in un palazzo modernista

Travel

[Architettura]

La nuova Royal Academy of Arts

Completato il grande progetto di restyling di David Chipperfield

Edifici Pubblici

[Architettura]

Storia e significato dell’Afrofuturismo

Dopo Black Panther è la nuova parola d’ordine, dalla musica all’architettura

Costume

[Architettura]

Dubai in 17 studi d'architettura

Marc Goodwin racconta con le sue fotografie gli studi di 17 architetti

Costume

[Architettura]

Aires Mateus a Tournai

Una facoltà d'architettura moderna tra i palazzi fiamminghi

Edifici pubblici

[Architettura]

Nuova ville lumière

Si chiama EuropaCity la città del futuro a Parigi nel 2024

Progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web