ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La forma del tepee è perfetta come residenza per anziani

Un piccolo complesso di casa a forma di capanna, una piscina a spirale e una serra nel progetto Jikka dello Studio Issei Suma

tepee-residenza-per-anziani-giappone
Takumi Ota

La residenza per anziani Jikka, in Giappone, è un piccolo complesso di cinque capanne dalla curiosa forma appuntita

Un piccolo complesso di case dalla caratteristica forma a tepee risalta in una zona boschiva del Giappone: si tratta di una residenza per anziani progettata dallo Studio Issei Suma di Tokyo e destinata a una piccola comunità.

Le cinque capanne appuntite del progetto Jikka dispongono di cucina comunitaria e di una piscina dalla particolare forma a spirale che facilita alquanto l’entrata e l’uscita sia per le persone con difficoltà deambulatorie che per i bambini in visita. Situato su un’area montana nella provincia di Shizuoka, il complesso residenziale serve come abitazione ma permette anche di svolgere qualche attività lavorativa da casa oltre ad offrire assistenza infermieristica e un servizio di consegna dei pasti. 

Ognuno dei cinque edifici presenta una pianta di forma quadrata, i cui lati si sovrappongono l'un l'altro, mentre le pareti assumono la forma di un arco e i tetti restano appuntiti dando alla struttura un curioso aspetto di tepee. Poco distante dalle case per anziani, un edificio di acciaio e vetro recupera la centenaria stalla quasi in rovina e funziona da serra.

Il complesso è esternamente ricoperto di sottili pannelli di legno mentre la struttura interna rivela pareti di cemento e travi di legno. Ogni blocco ha una funzione diversa: il più grande, in posizione centrale, contiene una piccola sala da pranzo e una spaziosa cucina in acciaio inox, dove vengono preparati i pasti da consegnare. I due blocchi dell’ala ovest forniscono invece alloggi per i clienti grazie ad una camera da letto condivisa, un bagno e una zona di stoccaggio. A est si trova invece il blocco per il pernottamento dei visitatori. Una terza area contiene la piscina a forma di spirale.

www.isseisuma.com

SCOPRI ANCHE:
Una forma di ospitalità libera ad Amsterdam


di Paola Testoni / 19 Dicembre 2016

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

In punta di penna

Milano raccontata dai grandi autori italiani

Travel

[Architettura]

Vienna effetto Wow

Arte, architettura e design nei posti più cool della capitale Austriaca

Itinerari

[Architettura]

Una mela al giorno...

A Cupertino Apple apre il Visitor Center progettato da Norman Foster

edifici pubblici

[Architettura]

Nuovo grattacielo a Milano

Lo skyline della città cambia ancora con Gioia 22, pronto tra 3 anni

progetti

[Architettura]

Il volto urbano nella storia

La mostra di Carlos Garaicoa alla Fondazione Merz di Torino

mostre

[Architettura]

L'architettura della giustizia

Il tribunale di Parigi firmato Piano è aperto e trasparente, come la legge

edifici pubblici

[Architettura]

Il salotto di Hong Kong

Quelle nuove terrazze sul porto di Hong Kong...

Travel

[Architettura]

La tundra in un parco

La Russia si mette a nuovo in attesa dei Mondiali 2018

Travel

[Architettura]

Un hotel da veri bohémien

L'Hotel Pilar in Leopold de Waelplaats ad Anversa

Hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web