ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La terraced house cambia look

La trasformazione moderna di una tipica casa a schiera a Londra a cura di 31/44 Architects

terraced-house-moderna-londra
Foto di Rory Gardiner

Quando si pensa alle case di Londra il nostro pensiero va subito alle celebri terraced house. Nate nel tardo 1600 in occasione della ricostruzione dopo il Grande incendio, le case a schiera sono diventate una soluzione abitativa in gran voga in epoca Vittoriana, e non solo tra le persone meno abbienti! 

Simbolo dell’architettura urbana inglese, le terraced house sempre più spesso sono protagoniste di restyling contemporanei. Un report del 2005 dell’English Heritage ha infatti stabilito che ristrutturare una tipica casa a schiera vittoriana è il 60% più economico di costruire e mantenere una nuova abitazione. 

Ecco quindi spuntare per la città case a schiera moderne dal look completamente nuovo. Ne è un esempio la Red House di 31/44 Architects in East Dulwich. L’abitazione in mattoni faccia vista si inserisce perfettamente alla fine di un tipico blocco di case a schiera nei sobborghi della città riuscendo nell’intento di dare una sensazione di continuità – e non di rottura – con il resto della via.

 

Foto di Rory Gardiner

 

Sì, perché l’aspetto di Red House è molto diverso da quello della comune terraced house. Per gli esterni gli architetti hanno reinterpretato in chiave contemporanea materiali e decori della tradizione. Ecco allora i mattoni rossi faccia vista, l’entrata ad arco con decori che richiamano i motivi tipici degli ingressi delle case vittoriane.

 

Foto di Rory Gardiner

Foto di Rory Gardiner

 

Entrando, la casa ci accoglie in un atrio a doppia altezza. Scendendo una breve rampa di scale ci troviamo al piano terra con due spazi d’accoglienza e la zona cucina che si apre sulla sala da pranzo. Al centro dell’ambiente giorno, ampie pareti a vetro si affacciano sul giardino interno inondando gli spazi di luce naturale.

 

Foto di Rory Gardiner

Foto di Rory Gardiner

 

Gli interni super minimal caratterizzati da superfici bianche e pavimenti in cemento scuro sono animati dal rosso dei mattoni e dalla grande stufa a legna.

 

Foto di Rory Gardiner

 

Prendendo la scala in legno di quercia sempre rigorosamente total white si giugne al primo piano, che ospita la zona notte con due camere da letto e un bagno, e al secondo livello, dove troviamo invece la camera da letto padronale con bagno en suite.

 

www.3144architects.com 

 

SCOPRI ANCHE:

→ Una casa a Londra tra sperimentazione, sostenibilità e design
→ Restyling di una casa vittoriana, eleganza classica e colori fluo
→ Il restyling essenziale di una casa a Londra
→ Vivere in una casa di 45 mq a Londra


di Redazione Digital / 7 Agosto 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Le location del potere

Le ambientazioni del film di Sorrentino, tra cinema e realtà

Costume

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web