ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Un ufficio moderno dalle prestazioni green

Lo studio dell'architetto Stephane Malka pensato come un'opera di Land Art immersa nelle colline di Malibu

1

Casa Mugu: la nuova sede di Malka Architecture: un progetto ecologico sulle colline di Malibu, con spazi che si fondono con la natura e creano un dialogo tra l'uomo moderno e le sue origini antiche.

Un ufficio moderno immerso nella natura. Questo è casa Mugu: un ambiente green pensato come spazio di lavoro in costante collegamento con il paesaggio incontaminato che lo circonda. Totalmente fuso nel suo contesto, tra licheni, piante grasse e vegetazione locale è situato su un pendio scosceso delle colline californiane di Malibu a cinquanta miglia (poco più di 80 km) da Los Angeles.
A metà tra architettura e land art, l''ultimo progetto dell'architetto Stephane Malka, che vede come protagonisti gli uffici della sua nuova sede californiana, è anche a impatto zero.

Il volume, che tiene fede all'orografia esistente del sito in cui si trova, è ecologico e in completa immersione con il contesto. La roccia, la vegetazione con tutte le variazioni cromatiche e termiche, sono state accuratamente studiate come elemento architettonico.

«Volevo creare un dialogo con la montagna e la sua architettura troglodita», spiega Stephan Malka, «il mio progetto è un esempio di architettura leggera, ed è costituito di prefabbricati in calcestruzzo alveolare creati con materie prime disponibili localmente a km 0, come sabbia e inerti, e un contenuto molto basso di cemento (solo il 7%)».

Una bassisima percentuale, che riduce di 28 volte le emissioni di CO2 e l'impatto ecologico rispetto al calcestruzzo tradizionale. Facile da costruire (e da rimuovere), questa struttura sostenibile si realizza e si installa manualmente in poco tempo e con pochissimi sprechi.

Le partizioni interne sono minime, e la roccia determina la spazialità degli ambienti interni.
Il fianco della montagna si estende senza soluzione di continuità all'interno di ogni ambiente, ricordandoci in continuazione che siamo e saremo sempre ospiti della madre terra.

Grazie alle sue grandi vetrate, la facciata principale con vista mare regala una visuale molto ampia sulla baia californiana che la ospita.

Una seconda pelle verticale in legno, adiacente alle ampie vetrate, ha una doppia funzione. Da un parte immergere e far scomparire l'oggetto architettonico nelle pieghe delle colline, dall'altra, attraverso un intreccio irregolare di listelli lignei in stile tribale, filtrare la luce solare creando privacy e comfort visivo.

www.stephanemalka.com

SCOPRI ANCHE:
Come sono fatti i workspace stimolanti nei quali è piacevole lavorare?
Perché il coworking di Fosbury & Sons è meglio dei soliti uffici?
Lavorare in un coworking a Londra
Coworking Space a Brooklyn
Coworking con mobili vintage a Shanghai
Gli uffici moderni in una fabbrica abbandonata di Moment Factory


di Valentina Mariani / 7 Febbraio 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

I giardini più belli di New York

Un nuovo libro sugli spazi verdi meno conosciuti della città

Travel

[Architettura]

Dentro la Torre Prada

Una visita, anzi 3, dentro l’ultima architettura di OMA

Musei

[Architettura]

Creatività a passo di tango

Guida di viaggio a Buenos Aires in 10 tappe

Travel

[Architettura]

Week end al Monte Verità

Un itinerario nella vecchia colonia di Herman Hesse

Travel

[Architettura]

Palazzo Citterio, porte aperte

6.500 mq dedicati ad arte moderna e mostre temporanee

restyling

[Architettura]

15 film d'architetto

I film famosi che un architetto deve vedere almeno una volta

Costume

[Architettura]

Asfalto e pallone

Se il calcio italiano (come l'urbanistica) deve ripartire dalle periferie

Costume

[Architettura]

Il Guggenheim nel deserto

Rapponen porta le architetture di NY nei paesaggi più remoti

progetti

[Architettura]

Cinema del reale

5 documentari per architetti visti a Copenaghen

costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web