ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

10 motivi per programmare un viaggio Vienna nel 2018

I 100 anni del Modernismo viennese ma non solo: se siete viaggiatori curiosi ma anche amanti del design troverete a Vienna ciò che amate

vienna-cosa-vedere-klimt
Getty Images

Con un ricco programma di mostre ed eventi Vienna celebra quest'anno il Modernismo, ma la capitale viennese ha da offrire molto di più, qui 10 ragioni per visitare la città nel 2018 

La capitale dell’Austria è sempre più trendy: con i suoi 15 milioni di turisti annui, Vienna è entrata nel cuore di molti viaggiatori attirati dalla maestosa bellezza della città. Non c’è da meravigliarsi visto l’offerta che ogni anno la metropoli offre ai propri visitatori: un singolare mix composto da arte, design e tendenze creative innovative unite agli spettacolari aspetti della tradizione di memoria imperiale.

L’immagine della città è improntata soprattutto sullo stile architettonico della monarchia austro-ungarica con i maestosi palazzi in stile barocco, storicista (stile della Ringstrasse) e Liberty.

Ma non sono soltanto i numerosi edifici dell’epoca imperiale a fare di Vienna una città ricca di bellezza e di tesori artistici; anche l’offerta di musei, collezioni ed opere artistiche di portata internazionale è vastissima. La grande importanza che la capitale austriaca ha sempre attribuito all’arte ha contribuito anche a promuovere la creatività degli artisti austriaci: la città infatti vanta ben 50 teatri, oltre 100 musei, innumerevoli gallerie e vari festival del teatro, della musica e della danza, noti in tutto il mondo. Tutto ciò ha dato luogo ad un fitto programma culturale per tutto l’arco dell’anno dal quale abbiamo estrapolato gli eventi più importanti nel campo del design, dell’ architettura e dell’arte. Ecco le 10 ragioni per visitare Vienna nel 2018.

Vienna a cavallo tra Ottocento e Novecento

Nel 2018 Vienna festeggia il Modernismo e quattro tra i suoi maggiori esponenti, scomparsi tutti nello stesso anno, il 1918. I pittori Gustav Klimt e Egon Schiele, l’architetto Otto Wagner e il poliedrico Koloman Moser influenzarono in modo decisivo la Vienna a cavallo tra Ottocento e Novecento. Per commemorarli sono state allestite numerose rassegne e manifestazioni che hanno reso la città, oggi come allora, un focolaio di arte e creatività.  Questa rassegna propone una selezione di opere dei principali esponenti dello stile Liberty viennese, Gustav Klimt e Koloman Moser, nonché degli espressionisti Richard Gerstl e Oskar Kokoschka.  

Leggi anche → Egon Schiele è troppo audace per la metropolitana di Londra?

Klimt – Moser – Gerstl – Kokoschka
18.1-10.6 Museo Leopold Museumsplatz 1

© SKB_Edgar Knaack

Questa mostra presenta le opere dei più importanti architetti del Modernismo viennese: Otto Wagner, Adolf Loos e Josef Hoffmann sono stati anche interior designers e hanno progettato diveri elementi di mobilio con un approccio totalmente differente dai loro contemporanei rispetto a queste due discipline. Una mostra fotografica di ampio formato di Walter Zednicek mostra gli edifici-chiave del Modernismo in città.

Wagner, Hoffmann, Loos and Furniture design in Viennese Modernism.
Artists, Patrons and Producers 
21.3-7.10 Möbel Museum Wien (Museo del Mobile Vienna), Andreasgasse 7

Vienna Design Week

A fine settembre/inizio ottobre, il design di oggettistica, industriale e per arredamento, è sotto i riflettori in occasione della Vienna Design Week. La manifestazione che ricopre ogni anno maggior successo si svolge in diverse sedi sparse per la città ed offre un variopinto ventaglio di mostre, progetti e momenti di confronto per gli appassionati di design. 

Andaz am Belvedere Vienna Hotel

La catena Andaz arriva anche a Vienna con i suoi hotel di trend lussuoso. Nella capitale austriaca l’Andaz am Belvedere Vienna con 303 camere, costruito secondo un progetto dell’archistar Renzo Piano, è situato tra la Stazione Centrale e il Museo 21er Haus. I due corpi dell’edificio saranno collegati da ponti ad incastro, al 16esimo piano, ad un’altezza di 60 metri, che ospiterà uno skybar con favolosa vista sulla città.

©RPBW

Moons Hotel

Se siete alla ricerca di un boutique-hotel da quest’anno potrete scegliere Mooons. Le 170 camere puntano su un lusso smart a prezzi accessibili. L’hotel offre anche un ristorante, un patio, una terrazza sul tetto e una palestra. Tra i servizi tecno: una concierge virtuale, un check-in mobile e il noleggio di e-car. 

HoHo Hotel

Se cercate invece una location insolito potete optare per l’HoHo Hotel nell’edificio HoHo Wien, l’unico grattacielo in legno a 24 piani del mondo. Nei suoi 84 metri di altezza ospiterà ristoranti, negozi, locali commerciali, appartamenti e appunto anche un hotel. La linea della metropolitana U2 collega in meno di 25 minuti la Seestadt con il centro.

© Schreinerkastler und cetus Baudevelopment 

Niu Franz Hotel

Ogni Niu hotel racconta una storia basata sull'unicità della sua posizione, e il Niu Franz di Vienna, con le sue 159 camere, non fa eccezione. Sviluppato dal Bridge Group, sul tema “Fasto viennese meets hipster design” l’hotel mescola fasto viennese con il comfort e un design che punta chiaramente alle generazioni millenial. Dalla lobby vivace allo spazio di coworking, gli interni classici si uniscono alle più moderne tecnologie.

Artup – Austrian Design in the City Bauernmarkt 8 www.artup.at

Dal 2003 Artup presenta, in uno shop-galleria, il design made in Austria. Da vedere e da comprare questo variegato mix di capi di moda, accessori, arredamento e souvenir, oltre a pezzi innovativi unici o in edizioni limitate. La presenza di oggetti di designer sempre nuovi permette di meglio comprendere le ultime tendenze anche a livello internazionali.

Shopping

Per il concept store Eigensinnig la moda non è che arte indossabile per creativi, ribelli e visionari. Stilisti come Hannibal, Daniel Andresen o Biek Verstappen trovano in questa ambientazione storica dai soffitti a volta sull’idilliaca SanktUlrichs-Platz una suggestiva piattaforma di presentazione. 

Eigensinnig Sankt-Ulrichs-Platz 4 

Il concept store dallo stile futuristico, tutto in total white, propone creazioni di stilisti tra cui Ann Demeulemeester, Raf Simons, Haider Ackermann e Bernhard Willhelm, nonché libri di fotografia e riviste internazionali.

PARK Mondscheingasse 20 

 

 

 

 

 

 


di Paola Testoni / 5 Gennaio 2018

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

2 cuori e 1 capanna

8 idee per un fine settimana nella natura, lontani dal mondo

Travel

[Architettura]

Da Olafur Eliasson

A Reykjavik la succursale del studio berlinese. Aperta al pubblico

Travel

[Architettura]

Parigi gioiello cubista

Mostre, fiere e una veste inedita: 10 ragioni per visitarla nel 2018

Travel

[Architettura]

Il futuro nel legno

A Londra una mostra racconta il bello dell'architettura in legno

mostre

[Architettura]

Amore e design

San Valentino nelle cinque capitali romantiche d’Europa

Travel

[Architettura]

Napoli col cuore

L'ultimo libro di Davide Vargas è una guida sentimentale di Napoli

Travel

[Architettura]

Verticale e popolare

Il nuovo progetto di social housing di Stefano Boeri a Eindhoven

progetti

[Architettura]

Fez per esploratori

Alla scoperta di uno dei centri più attraenti del mondo islamico

Travel

[Architettura]

Architettura del reale

I documentari che ogni architetto dovrebbe vedere nel 2018

Costume

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web