ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Una villa immersa nel verde a Gand, in Belgio

Architettura eco-sostenibile: un'abitazione in legno e cemento armato

Un’intelaiatura realizzata con listelli in legno scherma il fronte di House Bernheimbeuk, abitazione di 99 metri quadrati in Belgio. Siamo a Gand, in un territorio verde ancora poco urbanizzato. Lo studio Architecten De Vylder Vinck Taillieu si è impegnato a progettare una struttura dal minimo impatto ambientale, a partire dalla scelta dei materiali e dall'idea di incorporare un albero secolare – un peccato abbatterlo – all'interno della doppia facciata.



«Un piccolo appezzamento di terreno e uno splendido albero come punto di partenza», così gli architetti sintetizzano il progetto che si sviluppa in una villetta su tre livelli, riparati sul lato strada da una protezione in legno. Il retro caratterizzato da ampie vetrate panoramiche si apre al giardino interno.

Gli spazi domestici ruotano attorno allo spazioso living a pianta aperta, che comprende cucina ad isola colore verde muschio, dining room e salotto. Una scala conduce a un soppalco, sfruttando al massimo il soffitto a doppia altezza: qui, trova posto l'area notte, privata e raccolta. Un terzo piano ospita ripostiglio e camera per gli ospiti. In un angolo una zona studio, identificata dall'ever green Side Chair di Charles e Ray Eames per Vitra. 



Colori e materiali sono semplici e a contrasto: cemento e legno al naturale, fatta eccezione per alcune pareti, dipinte di verde, in continuità con il tema dell'albero, parte integrante della casa. Pochi, di gusto minimalista, gli arredi, per la maggior parte custom made. «Volevamo che si percepisse un forte senso dello spazio».



www.architectendvvt.com


di Marzia Nicolini / 26 Febbraio 2015

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Lo zen e l'arte del giardino

Il Japanese Garden di Portland è il tempio della pace

green design

[Architettura]

New memorial per Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un nuovo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[Architettura]

Ritorno al futuro a Dubai

Itinerario alla scoperta di una città che ha già un piede nel futuro

itinerari

[Architettura]

Un Museo della Romanità in Francia?

A Nîmes il progetto di de Portzamparc, tra storia e modernità

Musei

[Architettura]

Berlino città verticale?

Upper West Tower, cronache dalla Berlino dei grattacieli

costume

[Architettura]

Cosa vedere a Perugia

Viaggio tre le architetture contemporanee della città umbra

itinerari

[Architettura]

Mostri all'italiana

Le architetture abbandonate fotografate da Amélie Labourdette

costume

[Architettura]

Scuole di terra

L’architettura d'emergenza pensata da EAHR per i campi profughi

Architettura contemporanea

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web