ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Londra: vivere nel verde

Un volume in legno di rovere e vetro dà nuova vita a un'abitazione ottocentesca

Anche nel cuore di una metropoli caotica come Londra si può avere l'ingannevole sensazione di essere in un cottage della campagna inglese. Succede a De Beauvoir House, nome evocativo scelto dallo studio Scott Architects per il progetto di ristrutturazione e ampliamento di una tipica villetta vittoriana a schiera nel quartiere di Hackney, nella parte nord-est della città.



Terminato nel 2013, il progetto ha puntato a creare un'estensione fluida dell'abitazione ottocentesca originale, creando un nuovo volume in legno di quercia dal lato del giardino. L'obiettivo? Intrecciare una stretta relazione con la natura, "in una concezione organica dell'architettura", come ci spiegano gli architetti.



Questo pensiero si è tradotto in una struttura dalle linee curve, interamente rivestita da un manto vegetale, compiendo la fusione tra natura e progetto. All'interno del nuovo edificio gli architetti hanno creato un ampio living estremamente luminoso, grazie alla combinazione di lucernari sul soffitto e vetrate laterali a tutt'altezza.



"Una sorta di winter garden", sottolineano i progettisti, che al suo interno ospita una spaziosa cucina, una sala da pranzo e un soggiorno open space. L'abitazione originale – diventata troppo piccola per le esigenze dei proprietari – ospita oggi la zona più privata, dedicata alle funzioni notturne e allo studio. La struttura è stata inoltre completamente isolata termicamente e dotata di impianti energeticamente efficienti.



"Un contrasto armonioso", come lo definiscono gli stessi architetti.


di Marzia Nicolini / 18 Giugno 2014

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Lo zen e l'arte del giardino

Il Japanese Garden di Portland è il tempio della pace

green design

[Architettura]

New memorial per Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un nuovo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[Architettura]

Ritorno al futuro a Dubai

Itinerario alla scoperta di una città che ha già un piede nel futuro

itinerari

[Architettura]

Un Museo della Romanità in Francia?

A Nîmes il progetto di de Portzamparc, tra storia e modernità

Musei

[Architettura]

Berlino città verticale?

Upper West Tower, cronache dalla Berlino dei grattacieli

costume

[Architettura]

Cosa vedere a Perugia

Viaggio tre le architetture contemporanee della città umbra

itinerari

[Architettura]

Mostri all'italiana

Le architetture abbandonate fotografate da Amélie Labourdette

costume

[Architettura]

Scuole di terra

L’architettura d'emergenza pensata da EAHR per i campi profughi

Architettura contemporanea

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web