ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Zaha Hadid Unbuilt, 50 progetti mai visti

Alla Biennale d'Architettura Sperimentale di Praga la mostra sui progetti mai (o non ancora) realizzati

zaha-hadid-unbuilt-biennale-di-architettura-praga

50 progetti (mai costruiti) di Zaha Hadid svelati in Repubblica Ceca. La Biennale di Architettura di Praga ha aperto i battenti lo scorso 31 Agosto. Giunta alla terza edizione, la kermesse si proclama come il luogo elettivo per avere il polso dell’avanguardia architettonica in Repubblica Ceca, come dimostra il padiglione a Lesser Town Square, ideato da studenti sotto la supervisione di Kristina Schinegger and Stefan Rutzinger dell’Università di Innsbruk. Una manifestazione all’insegna del meetup, del workshop e dell’ampia documentazione video.

Nella foto: Music Centre, The-Hague

Tra le varie esibizioni, spicca di sicuro “Zaha Hadid: Unbuilt“, alla Jaroslav Fragner Gallery. Una mostra che è un tributo a una delle menti più geniali dell’architettura contemporanea, ma che è anche una sfida a raccoglierne il lascito.

Raccolti nella mostra, ben 50 progetti dello studio che conta più di 400 dipendenti in giro per il mondo. Progetti che non hanno mai visto la luce o che sono ancora in fase di sviluppo. Aiutati da rendering, modellini e stampa 3D, avremo l’occasione unica di visitare il Peak Leisure Club di Hong Kong, o il Cardiff Opera House, progetti che vennero effettivamente chiusi per i costi eccessivi.

Nella foto: Heathrow Airport expansion, London

Ma sarà altrettanto possibile capire il metodo di lavoro di una delle eccellenze mondiali. Un risultato che se nasce da un’intuizione e da un nome di primo piano, si avvale di un team iper specializzato e capace di accogliere le sfide del terzo millennio. Per questo alcuni progetti stanno continuando seguendo ma anche aggiornando, com’è naturale che sia, il disegno originale, concepito prima della scomparsa prematura di Zaha Hadid, nel 2015.

Nella foto: Museum of 20th Century Art Berlin

La mostra è stata pensata e allestita da Zaha Hadid Architects per l’occasione e rimarrà aperta fino al 27 Ottobre. Appuntamenti con esponenti di rilievo dello studio puntano a creare un tavolo di confronto per approfondire ulteriormente il lavoro della firm.

Nella foto: 425 Park Avenue, New York

Parallelamente all’evento principale, la galleria presenterà inoltre la Masaryk Station Investment (un complesso che include un centro amministrativo con store e unità residenziali nonché l’ammodernamento della linea ferroviaria di Masaryk) che lo studio sta realizzando per Praga.

 

www.eabiennial.cz

www.gjf.cz

LEGGI ANCHE:

Zaha Hadid, la dama delle linee fluide, e l’opinabilità della matematica

Perché si parla tanto della stazione di Zaha Hadid a Napoli?


di Stefano Annovazzi Lodi / 22 Settembre 2017

CORNER

Architettura collection

[Architettura]

Grattacielo annunciato

A Toronto iniziata la costruzione del The One di Foster + Partners

progetti

[Architettura]

Milano, 3 eventi imperdibili

Moda, cinema e design il weekend più caldo di ottobre è a Milano

Itinerari

[Architettura]

Da città fantasma a...

Insieme a un nuovo nome, la città si prepara per un nuovo destino

progetti

[Architettura]

Lo zen e l'arte del giardino

Il Japanese Garden di Portland è il tempio della pace

green design

[Architettura]

New memorial per Libeskind

Una stella di David contro le forme "razionali" dello sterminio

Architettura contemporanea

[Architettura]

L'osservatorio da abitare

Un nuovo concept a Roccascalegna, perla medievale in Abruzzo

progetti

[Architettura]

Ritorno al futuro a Dubai

Itinerario alla scoperta di una città che ha già un piede nel futuro

itinerari

[Architettura]

Un Museo della Romanità in Francia?

A Nîmes il progetto di de Portzamparc, tra storia e modernità

Musei

[Architettura]

Berlino città verticale?

Upper West Tower, cronache dalla Berlino dei grattacieli

costume

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web