ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Tre modi di interpretare la decorazione in un appuntamento all’Elle Decor Grand Hotel

Ne abbiamo parlato a Palazzo Morando a Milano con due designer e il brand manager di un’azienda

dgmosaic-decorazione-interni-talk-elle-decor-grand-hotel-invitati-01
Eric Davanzo

Il talk all'Elle Decor Grand Hotel a Palazzo Morando sul futuro della decorazione negli interni. Da sinistra: Livia Peraldo Matton - Direttore di Elle Decor Italia -, Andrea Radice - Brand Manager DG Mosaic -, Paula Cadermatori - Founder e Creative Director Paula Cadermatori - e Matteo Cibic - designer e Art Director -

Come sta cambiando il concetto di decorazione e quali sono i nuovi ambiti nei quali viene interpretata? Come si sta evolvendo il mondo degli interior verso nuove esperienze e sperimentazioni stilistiche? Ne hanno parlato - il 20 ottobre 2106 - nel séjour dell’Elle Decor Grand Hotel di Milano (all’interno delle sale scenografiche di Palazzo Morando) Livia Peraldo Matton - Direttore di Elle Decor Italia - e i suoi ospiti: Andrea Radice - Brand Manager DG Mosaic -, Paula Cadermatori - Founder e Creative Director Paula Cadermatori - e Matteo Cibic - designer e Art Director -.

Un momento della serata dedicata alla decorazione nel séjour dell'Elle Decor Grand Hotel a Palazzo Morando. Foto di: Eric Davanzo

Giovani, simpatici e molto appassionati nell’esprimere la propria creatività scegliendo ambiti diversi tra loro, hanno raccontato il proprio approccio alla ricerca tecnologica e artigianale, evidenziando quanto sia importante il ruolo e il linguaggio della decorazione al giorno d’oggi.

Particolare del pannello in mosaico di DG Mosaic. Foto di: Eric Davanzo

Per Andrea Radice, «non bisogna avere paura di decorare. La decorazione è infatti un meta-linguaggio, che si esprime a livello emotivo e percettivo. Deve suggestionare comunicando emozioni, attraverso diverse espressioni stilistiche, e allo stesso tempo deve incuriosire proponendo sempre valori nuovi e diversi».

Il party di conclusione del talk dedicato alla decorazione nel cortile di Palazzo Morando. Foto di: Eric Davanzo

Con questo approccio il gruppo DG Mosaic ha reinventato la lavorazione del mosaico in vetro sviluppando a livello tecnologico, unito all’unicità della lavorazione artigianale, la picotessera Tilla (leggi anche → L’intelligenza tecnologica che ha reinventato il mosaico), impiegata grazie alla sua estrema duttilità, in architettura, arte e moda. Il vetro, materia prima per ogni progetto del gruppo, è l’elemento decorativo per eccellenza, che indaga i valori della materia innovando canoni estetici e tradizionali con sempre nuovi stimoli. Simbolo di questo approccio alla decorazione è la nuova collezione Trame che il gruppo DG Mosaic ha sviluppato con Roberta Scumace.

Un primo piano delle panche nel cortile di Palazzo Morando decorate con mosaico di DG Mosaic. Foto di: Eric Davanzo

Analoga passione alla continua ricerca di sempre nuove interpretazioni del concetto di decorazione la si ritrova nel mondo colorato e divertente di Paula Cademartori. La giovane stilista brasiliana, ma di origini italiane con studio e headquarter a Milano, in pochi anni è riuscita a conquistare il mondo con le sue borse, scarpe e piccola pelletteria dalla forte connotazione stilistica. La decorazione per lei è tutto: a partire dal suo logo - una fibbia stilizzata in bianco e nero – alla scelta del colore, delle texture e dei materiali. Il suo è un approccio trasversale, che attraversa stili e rimandi artistici diversi personalizzandoli poi con un forte imprinting sartoriale nella scelta dei dettagli e artigianale nella fattura rigorosamente made in Italy.

Irriverente e ironico infine lo stile di Matteo Cibic, che spazia dall’interior decoration al product design con un approccio molto personale. La decorazione per lui è un canale espressivo sempre in continua mutazione: può essere il recupero e la reinterpretazione di antiche tecniche artigianali, la contaminazione di culture di mondi diversi, o anche la sperimentazione e l’impiego di materiali in contesti inusuali. Fino ad arrivare al concetto estremo di decorazione: la produzione seriale di uno stesso oggetto, ma sempre diverso. Esemplare a questo riguardo il suo progetto Vaso Naso: una volta al giorno per tutto il 2016 il designer disegna e produce un vaso. Le forme e i colori cambiano, ma la tipologia e il materiale sono sempre uguali. E l’elemento che lo rende ogni volta diverso da tutti gli altri vasi è proprio la personale cifra decorativa del designer.

 

www.dgmosaic.it
www.paulacademartori.com
www.matteocibicstudio.com

 

SCOPRI ANCHE:

Piero Lissoni e Patricia Urquiola autori dell'Elle Decor Grand Hotel
Elle Decor Grand Hotel is open


di Maria Chiara Antonini / 27 Ottobre 2016

CORNER

Speciale Contract collection

[Speciale Contract]

Pollock a casa

Pavimenti e rivestimenti per la casa ispirati all'action painting

pavimenti e rivestimenti di design

[Speciale Contract]

Eco e decor

Tecnologia, arte e sostenibilità in una superficie decorativa

pavimenti e rivestimenti di design

[Speciale Contract]

La porta c'è ma non si vede

Eclisse gioca con l'invisibile e la grafica per effetti minimal

Stile minimal

[Speciale Contract]

L'oceano alla parete

La visione architettonica di Marco Piva per Glamora

Carta da parati

[Speciale Contract]

Il design prende il volo

I 7 lounge degli aeroporti più belli del mondo secondo Elle Decor

edifici pubblici

[Speciale Contract]

Una finestra sul futuro

I luoghi dell'ospitalità scelgono il custom made e l'innovazione

hotel

[Speciale Contract]

Tessuti dalle forma del mare

Il movimento dell’acqua ispira Martyn Thompson in Rock Pool

Textile Design

[Speciale Contract]

Come avere la casa perfetta

Architettura, interior e design: le star del progetto definiscono tutto

Casa moderna

[Speciale Contract]

Stanzas d'hotel

L'hotellerie secondo Patricia Urquiola in una video intervista

Elle Decor Grand Hotel

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web