ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Piero Lissoni e Patricia Urquiola autori dell'Elle Decor Grand Hotel

A Milano dal 6 ottobre l'ospitalità interpretata da due protagonisti del design in un progetto-installazione a Palazzo Morando

 piero-lissoni-patricia-urquiola-elle-decor-grand-hotel
Kasia Gatkowka

A sinistra. ll team di Lissoni Associati e Graph.x, lo studio interno di grafica e comunicazione visiva, coinvolto nel progetto dell’Hôtel Particulier. A destra. La progettista spagnola Patricia Urquiola nello studio milanese di via Eustachi circondata dai suoi collaboratori

Un Grand Hotel oggi, dentro il tessuto urbano della Milano votata alla moda e alle scelte audaci, ma negli spazi di un edificio storico, Palazzo Morando, oggi sede di un museo dedicato alla Città e alla collezione civica di Costume e Moda. Questa la sfida lanciata dal nostro magazine con la mostra-installazione Elle Decor Grand Hotel a due progettisti d’eccezione anche nel campo dell’hôtellerie: Piero Lissoni, autore del Conservatorium di Amsterdam, del Mamilla di Gerusalemme, del nuovissimo Roomers di Baden-Baden, e Patricia Urquiola, che tra 2015 e 2016 ha firmato il milanese Room Mate Giulia, a due passi dal Duomo, e Il Sereno Hotel sul lago di Como.

L'Accueil per il ricevimento degli ospiti. E' un gesto simbolico: una grande lampada funge da parete luminosa e impagina un tavolo scultoreo, con materiali lignei disegnati da nomi di spicco del design italiano. © Lissoni Associati

La zona Séjour aperta al giardino. Sullo sfondo la Bibliothèque © Lissoni Associati

“Negli ultimi venticinque anni”, sottolinea Livia Peraldo Matton, direttore di Elle Decor Italia, “abbiamo assistito a una vera e propria trasformazione nella progettazione degli alberghi. Sono nati i boutique e design hotel, si sono andati diffondendo progetti dalla forte identità, non solo perfetti sotto il profilo dell’ospitalità, ma anche luoghi di esperienze. Accolgono bar e ristoranti di chef stellati diventati iconici, emblema di un nuovo lifestyle: basti pensare allo Standard di New York che domina il parco urbano della High Line, all’Ace Hotel di Downtown Los Angeles per il rito dell’aperitivo a bordo piscina, al Bulgari di Milano per il brunch domenicale in giardino”.

Nella lunga sala sono allestiti tavoli differenti attorno ai quali gravitano sedie, ciascuna diversa dall'altra. Sullo sfondo, la cucina a vista © Lissoni Associati

La mostra si offre ai visitatori come un percorso da sperimentare in prima persona, attraversando gli ambienti riservati alla convivialità, alla lettura, al wellness e all’ospitalità, liberi di curiosare tra camere, salotti, giardini. Piero Lissoni ha progettato gli spazi pubblici di ‘Elle Decor Grand Hotel’ pensato come un Hôtel Particulier: “Ho concepito un albergo che non fosse un albergo, piuttosto un ostello aristocratico, semplicemente cambiando l’estetica degli spazi e usando la cifra stilistica di architetti italiani a cavallo tra XVI e XVII secolo, periodo particolarmente luminoso e di rigorosissime proporzioni architettoniche. L’intero progetto lavora su dei contrasti evidenti, classicità con modernità e la modernità che dialoga con la storia. O almeno questo ne è il tentativo… Tutti gli spazi sono legati da immagini virtuali, rovesciando e rileggendo gli esterni con gli interni e viceversa”. Francesi sono gli appellativi che Piero Lissoni ha assegnato ai diversi ambienti — Accueil, Fumoir, Bibliothèque, Café & Restaurant, Séjour e Jardin — arredati con pezzi di design contemporaneo, che dialogano con la scenografia di esterni di palazzi d’epoca, riprodotti fotograficamente sulle pareti. Diverso l’approccio di Patricia Urquiola, che ha disegnato la parte più privata del nostro albergo: le camere da letto.

Ispirata alla semplicità degli Shaker, la camera per il single ospita un letto spartano, un piccolo scrittoio, il lavabo per la toilette, la vasca da bagno oltre ai necessari complementi e accessori © Studio Urquiola

“Ho pensato alla camera del Grand Hotel”, racconta, “evitando di interpretarla come ‘stanza campione’ seriale e ripetitiva, bensì immaginandomi un susseguirsi di stanze come momenti sparsi di un racconto... Da qui l’ambiguità del titolo: ‘Stanzas’, che riecheggia come un termine spagnolo, ma che invece corrisponde alle varie strofe di ‘Stanzas in Meditation’ (1929), raccolta di poesie di Gertrude Stein, che mi sono tornate in mente mentre prendeva forma l’idea del progetto... Così, l’allestimento si articola in una serie di frammenti, che interpretano le molteplici forme di vivere, intimamente, lo spazio della camera di un Grand Hotel: la stanza per 1, per 2, per 3, 4, 5… La stanza rimane sempre per me un limite intimo e personale, di isolamento e protezione.

La camera e lo spogliatoio per la coppia, un luogo improntato al dialogo che gioca sull’idea del doppio © Studio Urquiola

Una condizione perenne di spazio-tempo sospesa, che mi rimanda al dormiveglia come momento di ibridazione tra realtà e sogno, di libertà delle mie memorie emotive”. Con il suo team, Urquiola ha approntato la camera per il viaggiatore solitario, per chi viaggia in coppia e per un piccolo gruppo di persone legate da affetto o amicizia, e i relativi spazi per la cura del corpo, oltre alla stanza per l’esercizio e a quella all’aperto.

La stanza per più viaggiatori, da tre in su, con letti-alcova a baldacchino. Tutte le camere sono animate da videoproiezioni di Davide Rapp © Studio Urquiola

Elle Decor Grand Hotel
Palazzo Morando
via Sant’Andrea 6, Milano
Dal 6 al 22 ottobre dalle 10 alle 20
Ingresso libero
La partecipazione alla mostra darà diritto ad un credito formativo professionale (cfp) per gli Architetti. La richiesta di riconoscimento del cfp dovrà avvenire mediante la piattaforma im@teria.

Main partner Milano Contract District, Mini. Special partner Cassina Contract. Trade fair partner Ambiente (Messe Frankfurt). Partner Agape, Alcantara, Alpi, Boffi, Cassina, Cleaf, Dedar, De Padova, DG Mosaic, Flos, Illulian, Jab Anstoetz, Kettal, Kvadrat, Lema, Listone Giordano, Living Divani, Mirabello Carrara, Mutina, Porro, Richard Ginori, Technogym, Tubes. Beauty partner Filorga. Official coffee Lavazza. Partner tecnici Biffi, Cigierre, Fdf, Oikos, Plasting, 3M Design, Morfeus. Media partner Archiproducts e Archiportale.  Coordinamento exibition design dotdotdot

 

SCOPRI ALTRE MOSTRE E INSTALLAZIONI DI ELLE DECOR ITALIA:

La Rinascente di piazza Duomo ospita le Kitchen & Bathroom windows: now open
L'installazione multimediale Soft Home a Palazzo Bovara
La mostra Rooms a Palazzo Morando


di Laura Maggi / 3 Ottobre 2016

CORNER

Speciale Contract collection

[Speciale Contract]

Arredare con i serramenti

Le soluzioni contract di Erco tra estetica e funzionalità

arredi di design

[Speciale Contract]

A ogni interno una maniglia

Classica, contemporanea, urban o country?

accessori di design

[Speciale Contract]

Outdoor con stile

Le pergole bioclimatiche per godersi al massimo l'aria aperta

arredi outdoor

[Speciale Contract]

Lenzuola e piumoni da sogno

dreamin'101 è la nuova linea firmata Minardi Piume

textile design

[Speciale Contract]

Rivestire i letti con Shuj

Avete mai dormito in un piumino imbotto di seta?

textile design

[Speciale Contract]

Week end in biblioteca

Aspettando l'autunno, ecco dove godersi un video-camino

Elle Decor Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Made in Italy e hotellerie

Un talk e un contract book per parlare di design e ospitalità

Elle Decor Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Hospitality, design e fitness

Una gym d'autore all'interno di un pop up hotel a Milano

Elle Decor Grand Hotel 2017

[Speciale Contract]

Art design: 3 lecture

La parola a Claude Missiri, Marco Lavit e Davide Rapp

Elle Decor Grand Hotel 2017

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web