ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Il collezionista

Un rifugio sull’isola di Sylt

Presenze d’autore, pile di libri e quadri a terra: è il disordine non casuale del rifugio dell’art director di Young&Rubicam, Wolfgang Behnken.

Si trova alla stessa latitudine dell’Alaska, ma vanta uno stile di vita del tutto simile a quello della costa mediterranea francese: Sylt, la Saint Tropez del Nord, è l’isola della Germania settentrionale dal clima tanto gradevole da sembrare quasi temperato. Un paesaggio del tutto sorprendente, con oltre 40 km di spiagge dalla sabbia finissima dove il cielo riesce ancora a entusiasmare. Completano il quadro spa e oasi di benessere, una clientela selezionata, e l’idilliaca cittadina di Morsum. E ancora, case con tetti di paglia e giardini rigogliosi. Non c’è da stupirsi quindi se Wolfgang Behnken, direttore creativo di Young&Rubican, abbia scelto di trascorrere qui il fine settimana. In questo rifugio immerso tra castagni secolari, regna un’atmosfera piacevolmente rurale, minimalista e discreta, affollata da mobili vintage e contemporanei. Ovunque, pile di libri di architettura, moda e interior design, e a parete una straordinaria collezione di foto tra le quali spiccano i nomi di Helmut Newton, Bruce Weber, Richard Avedon, Alexander Liebermann e Annie Leibovitz.

“Quando la mia compagna e io abbiamo deciso di acquistare casa, abbiamo immaginato un edificio antico, ma al tempo stesso non folkloristico. In poche parole, una tipica Friezenhaus del 1734”. Decisi gli interventi di ristrutturazione, affidati ad Andrei Zimmerman, interior designer. Per esempio in cucina, dove la natura industriale del concrete è riscaldata da un piano di lavoro in legno di quercia, completo di fornelli a gas, rubinetto anni Sessanta e vecchie lampade. “Qui a Sylt a volte mi ritrovo a osservare lo spazio che mi circonda”- sottolinea Andrei - “e a chiedermi se mi piace quello che vedo”. La risposta è si. Tutto, all’interno di questa dimora, sembra infatti assecondare i ritmi di vita e i gusti dell’art director: “Se cerco un volume, mi basta sfilarlo dalla pila”. Così per la fotografia.

“Quando anni fa sono riuscito ad acquistare l’opera di Henri Cartier Bresson, senza che me ne rendessi conto, ho dato inizio a una vera collezione privata”. Poco dopo è nata la seconda: quella per i mobili vintage. “Fin da ragazzino mi ha sempre affascinato la storia del Bauhaus e ho trascorso gli ultimi anni concentrandomi su quel particolare periodo. “La mia casa è una Heimat” – aggiunge il proprietario - “un ambiente davvero mio, a volte un po’ spigoloso e poco pratico, ma sempre e comunque espressione dei miei gusti e dei miei stati d’animo. Anno dopo anno, infatti, come un viaggiatore romantico ho trovato quello che cercavo sfogliando i cataloghi delle aste di Sotheby’s e Christies, per esempio”. Segue poi l’amore per i mobili di Jean Prouvé, Florence Knoll, Hans Wegner e Poul Kjaerholm. “Mi piacciono i mobili che hanno una storia, magari un po’ datati e vissuti. Non sopporto al contrario quelli troppo nuovi. E’ sempre l’intuito a guidare le mie scelte.”


di Marc Heldens / 22 Settembre 2010

CORNER

Case collection

[Case]

L'attico di Vincent

Affascinante rifugio open space in un sottotetto d'atmosfera

attici

[Case]

Oltre la storia

Un progetto contemporaneo in una villa antica a Napoli

casa moderna

[Case]

Revolution a Baden Baden

La spa dell'hotel Roomers firmato da Lissoni Architettura

hotel

[Case]

Come colorare casa?

Gli interior di un appartamento a Taipei ispirati alla moda francese

Casa moderna

[Case]

Intuizioni creative a Milano

Una casa storica diventa contenitore di un'originale modernità

restyling

[Case]

Dinamici equilibri

La casa di Luca Bombassei in un palazzo d'epoca milanese

restyling

[Case]

Ritratto contemporaneo

Opere d’arte e design del Novecento nella casa di Carlo Prada

restyling

[Case]

Biblioteca con cucina

Libri, opere d'arte e poesie nella casa di Antonio Gnoli a Roma

Roma

[Case]

Un rifugio in collina

Il fascino della villa Anni 30 rivisitata in chiave contemporanea

Casa con giardino

Hearst Magazines Italia

©2017 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web