ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

La casa vacanze di Antonio Iraci a Siracusa, immersa nella natura

L'architetto disegna una villa in pietra e cemento in un’oasi naturale sulla costa orientale della città, trasparente e flessibile

L’architetto Antonio Iraci è un maratoneta: inizia sempre la sua giornata correndo per un’ora, con qualsiasi tempo, dovunque si trovi in Italia e nel mondo.

Una passione sportiva diventata disciplina di vita, che lo spinge a non arrendersi mai, a perseguire con tenacia le sue idee nel campo dell’architettura d’avanguardia – anche in Sicilia – con progetti originali dove coniuga creatività, innovazione e tradizione. Calcolando ogni dettaglio con estrema serietà.

Spiega l’architetto Iraci: “L’architettura di questa villa immersa in un’oasi naturalistica (siamo nella costa orientale, quella di Siracusa) nasce da un perimetro strutturale preesistente, che ho completamente svuotato per poi vestirlo con pelli diverse: di legno, in travi lamellari lunghe 8 metri e spesse 48 centimetri che nell’allungamento del tetto creano zone d’ombra. Di pietra a vista, per i setti laterali di chiusura. E infine di cemento, in continuità materica tra interno ed esterno: dal pavimento sale sulle pareti, lavorato in modo nuovo, per incontrare il vetro quando si sente la necessità di totale compenetrazione tra fuori e dentro”. Una casa da vivere tutto l’anno, senza confini, disposta su livelli differenziati che dall’alto scendono a scaletta fino al mare.

Completamente diversa dalle solite case a strapiombo che si fanno notare sulle nostre coste, adagiata sul terreno e indietreggiata rispetto alla scogliera, all’inizio del giardino che si accosta al mare quasi ad abbracciarlo. “Volevo evitare che dall’alto della strada si percepisse il classico tetto di coppi. La copertura in doghe di legno a travi uniche, perfettamente posizionate, si legge come un elemento sospeso, ancor più alleggerito dal colore bianco. Il rapporto tra l’ombra e la luce, che proietta a terra tutto quello che incontra, insieme al contrasto tra materiali levigati (il cemento) e quelli scolpiti (la pietra locale) si apprezza grazie a una geometria perfetta. Gli elementi orizzontali e verticali si leggono individualmente, il tetto si appoggia staccato di 5 centimetri dalla struttura.

Alzando lo sguardo al soffitto la pianta della casa appare ben comprensibile”. Una villa di ampio respiro, impensabile per come si presentava al momento dell’acquisto: un rettangolo disegnato da quattro pilastri, con tante piccole aperture verso l’esterno. Trasformata in un insieme trasparente e flessibile perché composta di spazi che si possono utilizzare in modo diverso, con la sorpresa di un tetto che non è un tetto, ma che assume la forza di elemento totalizzante. All’interno le pareti sono rivestite da una boiserie in doghe di legno impregnato di grigio che annullano porte e pilastri, creando un involucro vivo, fresco, rilassante, soprattutto nella camera da letto padronale dove una panca di alto spessore corre dalla parete del letto fino al bagno.

Un’architettura semplice, un progetto forte – per niente siciliano – che annulla l’effetto di villa spiaggiata sugli scogli, attraverso il giardino che annulla lo sbalzo di sei metri sul mare.

iraciarchitetti.it

SCOPRI ANCHE: 
Villa sul mare in Grecia
Casa vacanze in Toscana


di Rosaria Zucconi / 28 Giugno 2016

CORNER

Case collection

[Case]

Dinamici equilibri

La casa di Luca Bombassei in un palazzo d'epoca milanese

restyling

[Case]

Ritratto contemporaneo

Opere d’arte e design del Novecento nella casa di Carlo Prada

restyling

[Case]

Biblioteca con cucina

Libri, opere d'arte e poesie nella casa di Antonio Gnoli a Roma

Roma

[Case]

Un rifugio in collina

Il fascino della villa Anni 30 rivisitata in chiave contemporanea

Casa con giardino

[Case]

Abitare a due passi dal mare

A Pantelleria la ristrutturazione di un piccolo antico dammuso

Casa al mare

[Case]

Restyling a Saint-Germain

Nuove relazioni tra gli ambienti in un appartamento a Parigi

Restyling

[Case]

Volumi sospesi a Nepi

Tra pieni e vuoti un progetto d'interni di Massimo Adario

restyling

[Case]

Un appartamento milanese

Ripensare una casa anni ’70 con affaccio piazza Sant’Ambrogio

Casa moderna

[Case]

Una casa al mare in Salento

Ristrutturare una villa frontemare da vivere tutto l'anno

Casa al mare

Hearst Magazines Italia

©2016 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web