ELLEdecor.it
X

Questo sito utilizza cookie, inclusi cookie di terze parti. Alcuni cookie ci aiutano a migliorare la navigazione nel sito, altri sono finalizzati a inviare messaggi pubblicitari mirati. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy, che ti invitiamo pertanto a consultare. Accedendo alla nostra Cookie Policy, inoltre, potrai negare il consenso all'installazione dei cookie

Elle Decor Italia

Ecco perché serve un bravo architetto per progettare una casa a forma di casa

Filipe Saraiva costruisce una casa modulare per sè e per la propria famiglia ispirata all'archetipo dello spazio domestico

00-casa-cemento-nero-filipe-saraiva-ourem
Joao Morgado-Architecture Photography

La casa nella sua definizione archiotettonica più archetipa diventa villa famigliare di vacanze inserita nella macchia lussureggiante del Portogallo centrale

Quando chiediamo a un bambino, ovunque nel mondo, di disegnare una casa di cemento o di legno o ancora di mattoni, tutti ci presentano invariabilmente una composizione semplicistica di cinque righe, una sorta di pentagono che rappresenta, in maniera efficace, le pareti e il tetto. Indipendentemente dai riferimenti architettonici tipici di ogni luogo possiamo notare così che le case hanno delle caratteristiche trasversali alle diverse culture: per tutti noi la casa è un rifugio che ci protegge dal mondo che ci circonda. Questo archetipo si trasforma così in un poligono di forma geometrica regolare, generalmente ben proporzionato e con dimensioni equilibrate. Questa forma teorica si distacca molto poco da quella di una casa ad Ourém in Portogallo. Il progetto concepito dall’architetto Filipe Saraiva per sé e per la sua famiglia, intende soddisfare non solo le esigenze funzionali ma anche una serie di requisiti architettonici che fanno parte dell'immaginario formale e spaziale.

Dopo aver trovato il sito consono nel paesino di Melroeira -Ourém, nel distretto di Santarém ed aver acquistato la terra, lo sviluppo del progetto è diventato un processo naturale in cui le diverse esigenze e le molteplici memorie hanno cominciato a dar corpo al disegno della casa, la cui silhouette finale è ricaduta su quella del tipico archetipo.

Situata in un lotto rettangolare su un terreno scosceso e immersa nella natura caratteristica dell’entroterra del Portogallo centrale, la casa prefabbricata in cemento gode di con un superbo panorama sul Castello di Ourém. La struttura modulare, in cui la differenza di altezza della casa tra il punto più alto e quello più basso è di circa 4,50 m, si caratterizza per un rapporto misurato tra le facciate e la copertura, con una veranda esterna che assume lo stesso design della casa diventandone un’estensione.

 

Il metodo costruttivo adottato consiste nell'utilizzo di pannelli in calcestruzzo prefabbricati, con dimensione regolare, che crea così un progetto di moduli ripetuti disposti in maniera sequenziale. L'uso del calcestruzzo nero come materiale ha lo scopo di integrare l’edificio nel paesaggio, oltre a ridurre i costi di manutenzione. In termini formali, la casa si traduce in un volume semplice e perfettamente regolare, quasi monolitico, che viene fissato a terra in direzione longitudinale rispetto all’inclinazione del terreno, in un punto intermedio che si affaccia sulla strada. Da evidenziare anche il dettaglio del tetto dimezzato longitudinalmente che crea in questa maniera una terrazza panoramica.

Per gli interni total white invece possiamo notare grandi volumi aperti giocati su due piani: quello terreno presenta un living, un dining e una cucina aperta a tutta altezza, mentre il piano superiore ospita la zona notte, la biblioteca e i servizi collegati al livello più basso con un’ampia scala centrale in legno bianco. Interessante poi la soluzione della veranda in listelli di legno che rappresenta la congiunzione tra esterni e interni.

www.filipesaraiva.pt

LEGGI ANCHE:

Una casa moderna in una terra antica

Una casa nel bosco in Spagna disegnata da Fran Silvestre

Una casa moderna che nasconde uno spazio inaspettato 


di Paola Testoni / 30 Ottobre 2017

CORNER

Case collection

[Case]

Casa sull’albero, rivisitata

Uufie progetta un cottage in cui sembra di vivere tra i rami

casa vacanze

[Case]

La casa dei nostri sogni

Vale 12 milioni di dollari la casa appartenuta a Cary Grant e a molti altri divi

Casa vacanze

[Case]

Casa vacanze a La Valletta

Il fascino della città maltese in un appartamento da affittare

Travel

[Case]

Il senso del luogo

Nirvana Home, una villa di 6.000 mq che va oltre la fisicità

casa moderna

[Case]

Villa Albergoni è in vendita

La casa di Chiamami col tuo nome è sul mercato

Costume

[Case]

Villetta non a schiera

Da York, guida all'emancipazione della casa vittoriana

restyling

[Case]

La Scandinavia a Pechino

Il progetto di Claesson Koivisto Rune per Xian Jiang House

casa moderna

[Case]

A casa tutti bene

Dentro la villa del nuovo film di Gabriele Muccino

Costume

[Case]

Vivere mini ad Hong Kong

Lim+Lu progetta un appartamento da single a colori brillanti

mini case

Hearst Magazines Italia

©2018 HEARST MAGAZINES ITALIA SPA - RIPRODUZIONE RISERVATA - P. IVA 12212110154 | VIA ROBERTO BRACCO, 6, 20159, MILANO – ITALY

Pubblicità | Link utili | Cookies policy | privacy policy siti web | Comunicato tariffe politiche elettorali